Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

“Truffa dello specchietto”, due denunciati dalla polizia

“Truffa dello specchietto”, due denunciati dalla polizia
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Luglio 2022, 14:12

RIETI - Nei giorni scorsi, personale della Squadra Volante della Questura di Rieti ha denunciato in stato di libertà due cittadini provenienti dalla Campania e gravati da numerosi pregiudizi di polizia, resisi responsali di una truffa ai danni di un automobilista reatino.

I due uomini, viaggiando a bordo di una autovettura in direzione di Rieti provenienti da Terni hanno cercato di simulare più volte e con due diversi automobilisti il danneggiamento dello specchietto retrovisore della loro autovettura, al fine di pretendere un risarcimento non dovuto.

Il modus operandi, ampiamente collaudato dai truffatori, consisteva nel farsi superare da un altro automobilista procedendo a velocità molto lenta e, durante il sorpasso, colpendo, anche con una mano, il lato destro della vettura della vittima, in modo da simulare un contatto tra le due autovetture.

Nel primo caso, la vittima, una volta ascoltate le lamentele dei due campani, fiutando qualcosa di anomalo nelle loro pretese e sicuro di non aver danneggiato la vettura dei truffatori, ha immediatamente richiesto l’intervento della Polizia di Stato, costringendo i due truffatori a lasciare velocemente il luogo della tentata truffa, desistendo dai loro propositi criminosi.

Pochi chilometri più avanti, però, i due uomini hanno posto in essere una nuovo tentativo di truffa a danno di un altro automobilista, con le stesse modalità, questa volta riuscendo ad ottenere, quale risarcimento del finto danneggiamento dello specchietto, la somma di 70 euro.

Il pronto intervento delle pattuglie della Polizia di Stato ha indotto i due truffatori a tentare una fuga per non essere identificati senza però riuscirvi perché immediatamente bloccati dagli Agenti della “Volante” che, dopo i controlli di rito e dopo aver accertato quanto era accaduto nei due episodi criminosi, li hanno accompagnati in Questura e denunciati in stato di libertà alla locale Autorità Giudiziaria per il reato di truffa aggravata.

Nell’ambito del procedimento instauratosi nei loro confronti, le responsabilità penali verranno accertate dal Giudice.

L’episodio conferma, ancora una volta, quanto sia importante, in situazioni poco chiare o di fronte a pretese anche solo sospette da parte di sconosciuti, chiedere l’intervento delle Forze di Polizia per tutelare i cittadini da simili iniziative truffaldine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA