Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Trionfo agli Europei di bike trial per Mauro Natalizi: il reatino vince nella categoria under 12

Il reatino Mauro Natalizi durante la premiazione
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Luglio 2022, 22:12

RIETI - Trionfo europeo nel bike trial per il giovanissimo reatino Mauro Natalizi. Ai campionati europei BIU di bike trial si sono tenuti ad Ölbronn (in Germania) il ragazzo ha trionfato nella categoria U 12. Natalizi è un atleta del Rieti bike Park ,tesserato con la Crescenzi trial Bike, allievo di Fabio Crescenzi e del Campione europeo 2018 e 12 volte campione italiano Diego Crescenzi. 

La gara si è svolta su un percorso di 10 zone da ripetere due volte su ostacoli naturali;il mal tempo ha aumentato la difficoltà delle zone che sono diventata molto fangose e scivolose. Al primo giro era in vantaggio per una penalità lo spagnolo Aran Puig con 18 penalità seguito da Mauro con 19 e il tedesco Nils Bacher con 25 penalità.
Nel secondo giro il reatino, mostrando grande concentrazione e controllo, ha chiuso con 10 penalità contro le 14 dello spagnolo, andando a vincere così la competizione.

Bene Anche gli altri italiani presenti all'europeo, Luca Tombini e Elia Orfino classificatosi al secondo e terzo posto nella Class 2, Losa terzo U 16, mentre nell'U 10 vince Mazzola Diego. 
L'Italia porta a casa il bronzo nella classifica a squadre alle spalle della Germania e della repubblica Ceca. 

«Sono molto contento del risultato fatto - ha detto dopo la gara Natalizi - le zone erano molto difficili. Nel primo giro era quasi a pari penalità con lo spagnolo e ho capito che nel secondo giro dovevo fare meglio. Ringrazio mamma e papà per avermi portato in Germania e, in particolare modo, i miei allenatori Fabio e Diego Crescenzi che mi hanno aiutato ad affrontare le difficoltà e che mi hanno preparato e seguito durante questa gara dandomi consigli al telefono nonostante fossero impegnati alla Coppa Italia di Rieti.  Ringrazio inoltre tutti i miei compagni di allenamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA