Rieti-Torano, manca ancora un accordo su tracciato definitivo

Mercoledì 24 Maggio 2017 di Alessandra Lancia
Rieti Torano
RIETI - Rieti-Torano, l'iter per l'approvazione dell'ultimo tratto riparte stamane da via del Pescaccio: le convocazioni le ha fatte l'Astral, che dal 2016 ha ricevuto dalla Provincia lo scottante dossier. L'incontro di oggi - a cui sono invitati tutti gli enti interessati, locali e non, ad avere voce in capitolo sul tracciato - serve ad una prima presentazione del progetto, in vista dell'avvio della conferenza di servizi propriamente detta previsto per il prossimo 14 giugno.

LA RIPETIZIONE
Il Comune di Rieti, proprio come avvenne nel 2012, con la precedente versione del progetto, si ritrova a questo appuntamento in piena «vacatio» elettorale: quella data, infatti, cade tre giorni dopo il primo turno delle elezioni amministrative nel Capoluogo e undici giorni prima di quella dell'eventuale ballottaggio, in scaletta domenica 25 giugno. A Roma stamattina andranno l'assessore all'Urbanistica, Giovanni Ludovisi e il dirigente Maurizio Peron. Per sostenere quale posizione? «Aspettiamo di vedere che tipo di progetto verrà presentato - dice il sindaco di Rieti, Simone Petrangeli. - Noi siamo per sbloccare quest'impasse e completare la Rieti-Torano: Casette non può continuare a sopportare un tale carico di traffico pesante».

LE PREFERENZE
Preferenze sul tracciato per bypassare la frazione e arrivare in città? «Il progetto delle rotatorie non ci soddisfa - continua Petrangeli. - Se sarà quello il tracciato che ci verrà presentato chiederemo radicali modifiche». Sospende il giudizio anche la Provincia di Rieti: «Solo domattina (oggi per chi legge, ndr) capiremo di che tipo di tracciato si ragiona - sostiene il presidente della Provincia, Giuseppe Rinaldi. - Noi siamo alle carte che nei mesi scorsi abbiamo trasmesso all'Astral». Dunque, il famoso tracciato delle rotatorie, controverso ripiego spuntato dal cilindro della stessa Provincia dopo la clamorosa bocciatura da parte del Mibact del contestatissimo tracciato «del pellaio», contro cui il Comitato di Casette si era battuto per anni.

IL COMITATO
L'attenzione del Comitato è sempre altissima (nelle foto a destra, il tratto inaugurato e l'incontro del M5S sul tema): occhi e orecchie sono tutte per la conferenza di servizi sul lotto mancante della Rieti-Torano, che formalmente si apre il 14 giugno. Ma i faldoni con le carte che si sono accumulate negli ultimi anni sono da tempo all'attenzione anche della Procura, dopo che ogni tentativo fatto con Comune e Provincia di Rieti per promuovere un tracciato totalmente alternativo (quello che taglia verso Cardito) è finito nel nulla. Nel frattempo la competenza è (ri)passata da Provincia e Astral e ora si avvicina il momento della verità. Ma anche delle elezioni comunali. Ultimo aggiornamento: 14:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma