TERREMOTO

Terremoto: "Aiutiamo Amatrice"
la solidarietà corre in rete
Centri di raccolta e iniziative

Mercoledì 24 Agosto 2016 di Jacopo Persico
1
Il centro raccolta allestito da Rinnovazione in piazza Mazzini

RIETI - Rieti si mobilita. Già dalle prime luci dell'alba la città ha messo in moto la sua macchina della solidarietà. Numerosissimi i centri di raccolta dove tutti i cittadini possono donare beni di prima necessità, soprattutto acqua in bottiglia, pannolini, pannoloni, latte in polvere, omogenizzati, alimenti non deteriorabili, coperte, vestiti nuovi e farmaci di prima necessità. Con lo slogan "Aiutiamo Amatrice" - che è diventata poi una pagina facebook dove poter trovare tutte le informazioni utili circa i vari punti di raccolta - è stato istituito da Rinnovazione un centro di raccolta in piazza Mazzini davanti al Liceo Classico Varrone di beni di prima necessità. Gli altri punti raccolta sono alla Coop Futura al Perseo e al centro commerciale I Cubi a Villa Reatina, alla mensa di Santa Chiara, al Roma Club Centro Italia a Rieti in via Calcagnadoro 20. Nella palestra dell'Istituto Tecnico Commerciale allestito dalla Npc. Da domani mattina, giovedì 24, presso la società cooperativa sociale onlus "LocoMotiva" al centro Sant'Eusanio, via Sant'Eusanio 5A. Lisciano invece il centro di raccolta è alla scuola musica nell'ex centro di accoglienza Il Nespolo. A Piani Poggio Fidoni nel piazzale della chiesa.

ALCUNI PUNTI DI RACCOLTA IN PROVINCIA

Borbona: ex scuola “Domenico Lopez”.
Casaprota: sabato e domenica apposito punto allestito dalla Pro Loco.
Cittaducale: centro giovanile in piazza del Popolo.
Contigliano: centro giovani in piazza degli Eroi.
Fiamignano: sala convegni di S.Lucia fino alle 19.
Grotti: casa comunale di Grotti a piazza San Vittorino fino alle 22 di oggi e poi anche domani
Monte San Giovanni: Teatro Comunale dal 24 al 29 agosto
Osteria Nuova: supermercato Tigre e l'altro al supermercato MD.
Passo Corese: centro di aggregazione giovanile in piazza della Libertà.
Poggio Moiano: sala consiliare del Comune.
Poggio Nativo: punto di raccolta di fronte al supermercato Simply Market e stasera al parco giochi.
Santa Rufina: centro giovanile in via D'Aquilio.

L'APPELLO DI CONFCOMMERCIO

Confcommercio rieti invita tutta la cittadinanza alla raccolta di aiuti umanitari per le popolazioni di Amatrice e Accumoli presso gli stand del peperoncino situati in piazza Mazzini: necessitano beni alimentari non deperibili, indumenti, coperte di prima necessità, pile per torce ed altri mezzi di illuminazione, alimenti e vestiario per bambini.Il punto raccolta è già attivo seguiranno altre comunicazioni per eventuali necessità o urgenze. Per informazioni è attiva la sede operativa allo 0746/485967.

CONFARTIGIANATO

A seguito del disastroso terremoto che ha colpito il territorio reatino e le regioni limitrofe, Confartigianato Imprese Rieti esprime la propria vicinanza alle famiglie delle vittime, agli sfollati e agli imprenditori e loro cari che stanno vivendo momenti di grande difficoltà.
Confartigianato, insieme alle altre organizzazioni di rappresentanza del mondo imprenditoriale, invita inoltre tutta la cittadinanza alla raccolta di aiuti umanitari per le popolazioni di Amatrice e Accumoli colpite dal terremoto presso gli stand del peperoncino situati in piazza Mazzini a Rieti: necessitano beni alimentari non deperibili, indumenti, coperte di prima necessità, pile per torce e altri mezzi di illuminazione e vestiario per bambini. Il punto raccolta è già attivo seguiranno altre comunicazioni per eventuali necessità o urgenze. Il materiale raccolto sarà distribuito tramite la Protezione Civile.
Tramite coordinamento della Camera di Commercio, in accordo con le esigenze che verranno espresse da Prefettura e Istituzioni, saranno inoltre messi a disposizione dei soccorsi, da parte di imprese edili che si sono rese disponibili, ulteriori mezzi per la rimozione delle macerie.
Gli organi sociali di Confartigianato, il Presidente Franco Lodovici e il Direttore Maurizio Aluffi esprimono cordoglio e solidarietà.

LA MENSA DI SANTA CHIARA

Il monastero di Santa Chiara, nelle ore drammatiche del post-terremoto, conferma una volta di più la sua vocazione di luogo della solidarietà e, allo stesso tempo, della preghiera. Ai volontari della mensa che ha sede presso la casa delle Suore clarisse, alacremente impegnati, in queste ore, nella raccolta di viveri da inviare alle popolazioni terremotate delle zone di Amatrice e Accumuli, è parso opportuno affiancare all’attività caritativa anche uno spazio per lo spirito e la contemplazione. Ecco perché tutti i giorni, presso la chiesa del monastero, dalle 9 alle 18 sarà esposto il Santissimo Sacramento per l’adorazione eucaristica.Un modo per testimoniare come proprio la preghiera sia l’origine del servizio offerto da qualsiasi realtà cristianamente ispirata.

LA CARITAS DIOCESANA

Nella sede della Caritas Diocesana di Rieti, in piazza Oberdan, è possibile offrire alimenti non deperibili, nonché vestiario pesante, coperte e altro, da destinare alle popolazioni terremotate delle zone di Accumuli e di Amatrice.
Inoltre, chi vuole può donare anche del denaro effettuando un bonifico in favore della Caritas. Questi gli estremi bancari:Caritas Diocesana di Rieti
Unicredit Banca di Roma
Iban IT43P0200814606000005208129
Causale: Emergenza terremoto Amatrice-Accumuli

ACLI RIETI

La presidenza, il presidente e tutte le Acli Provinciali di Rieti sono vicini e solidali alla popolazione dei paesi colpiti da tremendo terremoto restando a disposizione per qualsiasi esigenza.

COLDIRETTI LAZIO

Intorno alle 14 la Coldiretti Lazio ha scaricato i primi aiuti alimentari raccolti a Rieti: due auto cariche di polli, fettine di carne, hamburger sottovuoto, pesche, pomodori, mele, pane, pizza, biscotti. I beni sono stati presi in consegna dagli uomini della Protezione Civile e da don Fabio, parroco di un paesino del circondario che partecipa, da volontario, alle operazioni di soccorso.
La Coldiretti del Lazio, nell’ambito dell’unità di crisi promossa dalla Coldiretti nazionale, ha organizzato un punto di raccolta, presso la federazione di Rieti, via Fundania, di beni e generi alimentari di prima necessità da consegnare agli sfollati. Gli aiuti, già da domani, arriveranno dai produttori soci Coldiretti delle province di Roma, Latina, Frosinone e Viterbo, oltre che da quelli di Rieti.
Già domattina da Fondi (Latina) partiranno due tir carichi di ortaggi, frutta e verdure. Ad Amatrice e Accumoli arriveranno, da domani e nei giorni a seguire anche olio, formaggi, salumi, carne, prodotti da forno, acqua, bevande da tutti i produttori Coldiretti del Lazio.
Anche l’agricoltura reatina ha subito danni ingenti: distrutte decine di stalle, tantissime quelle scoperchiate dalla violenza del sisma. Il raccolto del latte di oggi è andato completamente perso sia per l’impraticabilità delle strade, che per la mancanza di energia elettrica.

IL ROTARACT

Il Rotaract Club di Rieti si sta coordinando con le varie autorita' sul territorio per supplire a qualunque necessità delle comunità coinvolte nel sisma. Anche una piccola donazione può fare la differenza in questo momento di profonda crisi. Tutto quanto raccolto verrà utilizzato dal Club per l'acquisto dei beni di prima necessità. IBAN: IT98U0832714600000000003217 Intestato a Rotaract Club Rieti CAUSALE: Sisma Amatrice Accumoli.

L'ASTRAL

Astral Spa si è organizzata per dare sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto nel reatino. La raccolta dei beni di prima necessità sarà effettuata fino a sabato 27 agosto 2016, nella sede di Astral in via del Pescaccio 96/98. La raccolta avverrà nelle seguenti fasce orarie giovedì e venerdì 6.45-20.30. Sabato 7–12.

I SINDACATI

"La Cgil Rieti Roma, la Cisl Roma Capitale e Rieti e la Uil Rieti esprimono profondo dolore e vicinanza alle popolazioni per il devastante terremoto che ha colpito la provincia di Rieti ed in particolare le zone di Amatrice e Accumuli. Esprimono profondo cordoglio per le vittime di questo tragico e terribile evento". Così in una nota unitaria Cgil, Cisl e Uil territoriali.
La Cgil Rieti Roma, la Cisl Roma Capitale e Rieti e la Uil Rieti, mettono a disposizione delle autorità tutto il loro sostegno e le loro risorse per i soccorsi e l’emergenza per portare l’aiuto alle popolazioni colpite. Le organizzazioni sindacali lanciano un appello per donare il sangue all’ospedale de Lellis a Rieti. Immediatamente Cgil Cisl e Uil promuovono presso la sede Cisl di Rieti in via Domenico Raccuini 43/a la raccolta di indumenti, coperte, viveri e in generale generi di prima necessità.
Nelle prossime ore tutta l’organizzazione di Cgil, Cisl e Uil sarà completamente mobilitata per far fronte a tutte le esigenze che si renderanno necessarie.

IL CAI

A poche ore dal violento sisma che ha colpito il Centro Italia, il Club alpino italiano si mobilita per aiutare le aree interessate tra Lazio, Marche e Umbria. Tra le prime azioni concrete, oltre ad una tempestiva presa di contatto con i responsabili delle Regioni interessate, vi è stata l’apertura di un conto corrente per raccogliere fondi a favore delle vittime del terremoto.
Il Presidente generale del Cai Vincenzo Torti, esprimendo il sincero cordoglio di tutto il Sodalizio per le vittime e la piena solidarietà, che non dovrà essere solo formale, alle popolazioni e ai Soci del Cai colpiti dal terremoto, ha dichiarato: “ancora una volta, a così breve distanza dal tragico sisma che nell’aprile 2009 ha colpito l’Abruzzo, le nostre Regioni dell’Italia centrale sono teatro di un altro drammatico evento naturale. Pur nella convinzione che le popolazioni colpite sapranno reagire con le capacità e la determinazione che le contraddistinguono, il Cai tutto deve sentirsi impegnato in una solidarietà concreta e in una vicinanza, per quanto possibile, anche operativa. Il conto immediatamente aperto vuole essere una prima risposta a favore del territorio e delle vittime”.
Il presidente del Cai Lazio Fabio Desideri si è recato ad Amatrice nella mattinata. Diversi soci marchigiani del Cai hanno prestato soccorso alle popolazioni colpite, così come quelli umbri.
Le coordinate bancarie per chiunque volesse contribuire a questo gesto di solidarietà sono:
Conto corrente “IL CAI PER IL SISMA DELL’ITALIA CENTRALE (LAZIO, MARCHE E UMBRIA)”
Banca Popolare di Sondrio – Agenzia Milano 21
IBAN IT06 D056 9601 6200 0001 0373 X15

Ultimo aggiornamento: 22:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA