Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Terremoto, per i crolli ad Accumoli: indagati
il sindaco Petrucci, l'ex vescovo Lucarelli
e l'imprenditore Marzio Leoncini

La zona rossa di Accumoli
1 Minuto di Lettura
Sabato 25 Febbraio 2017, 09:26 - Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio, 08:53

RIETI - Primi indagati nelle inchieste per i crolli del terremoto. Si è chiusa la parte dell'indagine relativa ad Accumoli, in particolare per quanto attiene al crollo della torre campanaria e della caserma dei carabinieri.

 

Sono quindici gli iscritti - a vario titolo - nel registro degli indagati per i reati di disastro e omicidio colposo, truffa ai danni dello stato. Tra questi il sindaco di Accumoli Stefano Petrucci, l'ex vescovo di Rieti Delio Lucarelli e l'imprenditore Marzio Leoncini.

GLI ALTRI INDAGATI
Nel registro degli indagati, a vario titolo, sarebbero iscritti anche il figlio di Leoncini, Diego, l'ingegnere Matteo Buzzi, l'architetto Maurizio  Biscemi e l'ingegnere amatriciano Ivo Carloni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA