Rieti, visita alla Takeda del sottosegretario Manzella

Mercoledì 23 Settembre 2020 di Antonio Bianco
La visita
RIETI - Gian Paolo Manzella, sottosegretario allo Sviluppo economico, ha visitato lo stabilimento reatino della multinazionale biofarmaceutica Takeda. «L'Italia attrae ancora troppo pochi investimenti esteri rispetto al peso che ha nell'economia globale – spiega –. Per questo nell'ambito del Comitato per l'attrazione investimenti esteri presso il Mise stiamo lavorando ad una strategia per dare un quadro unitario a quanti fanno attrazione d’investimenti: amministrazioni centrali e regionali, agenzie, organismi di ricerca. Occorre accompagnare l'investitore e garantire procedure e tempi certi». Per Manzella bisogna inoltre offrire «un quadro coerente e stabile di incentivi. Come qui a Rieti, dove Mise, Invitalia e Regione Lazio hanno contribuito a portare aziende come Takeda e Ibm, anche grazie alla leva degli accordi di innovazione. Ed è tanto più importante che avvenga in un settore come il farmaceutico su cui dobbiamo scommettere per mantenere la leadership in Europa». Basti pensare – fa sapere il sottosegretario – che nel 2019 la produzione di farmaci in Italia ha toccato i 32 miliardi di euro, con un'occupazione che supera le 66 mila unità di cui il 10 per cento fa ricerca e innovazione. E infine bisogna rafforzare il sistema sanitario «anche utilizzando le risorse del Mes che l'Europa ci mette a disposizione». © RIPRODUZIONE RISERVATA