Rieti, Alessandro Palomba nuovo presidente
della Consulta provinciale studentesca

Alessandro Palomba (foto Fabi/Meloccaro)
di Giacomo Cavoli
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Dicembre 2019, 15:14

RIETI - È Alessandro Palomba il nuovo presidente della Consulta Provinciale Studentesca. Alunno del liceo scientifico "Jucci", 16 anni, questa mattina nell'aula magna del liceo Classico "Varrone" Palomba è stato eletto a maggioranza fra i 24 rappresentanti della Consulta in rappresentanza dell'intera provincia reatina, divenendo così il numero uno della Consulta Provinciale Studentesca per i prossimi due anni, arco di tempo durante il quale sarà chiamato a rappresentare le esigenze della popolazione scolastica reatina.

L'incarico di vice presidente della Consulta è invece andato a Maurizio Troiani, seguito dal nuovo segretario Elena Bandini.

Nuovi anche i cinque componenti della giunta, con Martina Eleuteri, Leonardo Novelli, Lorenzo Genna, Davide Corazza e Davide Malatesta.

A fare il pieno delle preferenze, nelle elezioni della Consulta, è stata dunque l'associazione di Azione Studentesca, esprimendo il presidente Palomba, il segretario Bandini e il membro di giunta Eleuteri.

"Siamo molto soddisfatti - commenta il rappresentante provinciale di Azione Studentesca, Pietro Scasciafratte - L'elezione di Alessandro esprime la bontà del lavoro svolto finora da parte di Azione Studentesca Rieti. Un grande in bocca al lupo a tutti i nuovi eletti".

IL PROGRAMMA
Fra i punti programmatici della nuova squadra guidata da Palomba, il proposito di stilare un calendario di incontri fra i rappresentanti della Consulta Provinciale Studentesca e il competente settore provinciale riservato alle Politiche Scolastiche e all'Edilizia Scolastica, attualmente rappresentato dalla consigliera Claudia Chiarinelli, per favorire dialogo e risoluzione delle problematiche che attanagliano soprattutto gli edifici scolastici del territorio reatino.

C'è anche il tema dell'ecosostenibilità, con l'intenzione di avviare un piano di raccolta differenziata in tutti gli istituti scolastici, creando un raccordo tra Consulta, Comuni, Provincia e Asm.

Di nuovo occhio al futuro, poi, con la volontà di istituire un'intera giornata dedicata all'orientamento universitario e all'avviamento professionale per gli alunni in uscita dalle scuole medie superiori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA