Rieti, innovazione e sperimentazioni:
il successo del Rosatelli
e la visita del sottosegretario

Giovedì 19 Dicembre 2019

RIETI - Il Sottosegretario alla Pubblica Istruzione Giuseppe De Cristofaro ha incontrato il mondo della scuola reatina, con una serie di visite negli istituti scolastici, tra i quali il Rosatelli di Rieti.  L’incontro ha visto la dirigente scolastica Daniela Mariantoni e il personale docente dell’istituto di viale Fassini, accogliere il Sottosegretario, che ha ammirato la ricostruzione dell’aereo CR1 e le procedure portate avanti dall’Arca, Azienda Reatina Costruzioni Aeronautiche, fondata nel 2013 con lo scopo di far vivere agli studenti un’esperienza aziendale. De Cristofaro ha sostato a lungo nel laboratorio, prima di visitare il Fab Lab con la stampante 3D e taglio laser, il tour è proseguito poi nei laboratori di chimica, di microscopia, di meccanica, torneria e fisica. 

«Abbiamo accolto volentieri la visita del Sottosegretario – ha commentato la dirigente Daniela Mariantoni - Nella visita al nostro istituto, ha apprezzato i contributi di innovazione e di metodologia presenti nei nostri percorsi di studio. Ha osservato le particolari attività di sperimentazioni, come il liceo scientifico delle Scienze Applicate quadriennale e la rete G.A.R.A., Gestione Acque e Risanamento Ambientale, di cui il Rosatelli è capofila. A tale indirizzo di studio, come Istituto abbiamo dato un grande contributo, lavorando per due anni a stretto contatto con il Ministero, per definire il profilo in uscita degli alunni e le linee guida del percorso di studi. Il Sottosegretario ha verificato l’attuazione del Piano Nazionale Digitale nella scuola: noi abbiamo dato un grande contributo all’innovazione, sperimentando cose innovative di ogni tipo e facendo eventi straordinari come FuturAcqua. De Cristofaro è rimasto particolarmente incuriosito nel vedere la ricostruzione di un aereo storico mediante l’impresa fatta solo di studenti e non di esperti, che vengono però, ad offrire il loro contributo e la loro esperienza per far in modo che i nostri ragazzi si sappiano inserire poi benissimo in qualunque attività lavorativa futura. Siamo onorati della sua presenza: il Sottosegretario ha manifestato interesse e apprezzamento per la scuola e per le tecniche innovative che si stanno sperimentando. Ha promesso che tornerà al più presto per una visita ancora più approfondita e per conoscere tutte le attività portate avanti dalla scuola». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA