Rieti, per la Zeus un avversario
ostico: arriva Scafati degli ex
JJ Frazier e Tommasini

Claudio Tommasini e JJ Frazier in maglia Scafati
di Lorenzo Santilli
2 Minuti di Lettura
Martedì 4 Febbraio 2020, 11:52 - Ultimo aggiornamento: 12:17

RIETI - Domani, 5 febbraio, si torna in campo, dopo la figuraccia di Biella per la Zeus Npc c'è subito Scafati, turno infrasettimanale che si ripresenta agli uomini di Rossi esattamente come un girone fa: sconfitte con Ebk e Biella, con la Npc espugnò il PalaMangano al termine di una partita sporca e che non rimarrà impressa negli annali per il bel gioco visto in campo.

Oggi come allora, servono maledettamente i due punti, ma anche domani non dovrebbe essere una passeggiata: Scafati come da pronostico a inizio stagione sta venendo fuori e dopo un girone d'andata tra alti e bassi, la Givova ha trovato continuità. Successi importanti su campi difficili e di recente la striscia di tre vittorie, bloccata domenica da un'ottima Ebk Roma, che ha tenuto i campani sotto i 70 punti, un po' quello che dovrà cercare di fare coach Rossi, per limitare una squadra in grado di andare oltre i 100 punti in più occasioni, nel corso della  stagione.

Le potenzialità a questa Scafati di certo non mancano: l'ex Frazier proverà a farsi rimpiangere e inoltre andrà in scena la sfida a distanza con l'altra macchina da guerra di questo girone per punti realizzati, il reatino Cannon. Frazier è il miglior realizzatore dei suoi con 19.1 punti di media a partita, tra le sue mani e quelle di Stephens (15.3 punti di media), è anche un ottimo rimbalzista, passa tutta la produttività offensiva della Givova.

Ma la Givova non è solo JJ Frazier, certo va detto che se l'ex Rieti e Treviglio è in giornata, diventa davvero difficile per tutti limitarlo, ma anche il blocco degli italiani sa farsi valere. Anche perché la quota di italiani è ricca di talento: Rossato, l'ex Tommasini, Crow, Luposor e il lungo Fall sono tutte pedine chiavi per Perdichizzi, che può contare anche su Portannese, ritornato a Scafati, dopo l'esperienza in Svizzera. Scarso invece l'utilizzo di Spera e Markovic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA