La XXIII Edizione della Manifestazione Santa Barbara nel Mondo parte da Ponticelli e Scandriglia

La XXIII Edizione della Manifestazione Santa Barbara nel Mondo parte da Ponticelli e Scandriglia
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 24 Novembre 2021, 09:21 - Ultimo aggiornamento: 09:22

RIETI - La XXIII Edizione della Manifestazione SANTA BARBARA NEL MONDO parte da Ponticelli e Scandriglia per tornare a rivalorizzare i luoghi della Santa, grazie ad una partnership con l’Università Agraria di Ponticelli Sabino. Il 27 novembre, a Ponticelli, presso l’Auditorium Antica Via del Sale (Castello Orsini) verrà conferito il Premio di Cultura COME BARBARA all’ opera letteraria "Icaro, il volo su Roma", del giornalista e Direttore dell’Ufficio Stampa della Presidenza della Repubblica Italiana Giovanni Grasso.

Dal 27 novembre al 5 dicembre 2021 torna a Rieti la Festa di Santa Barbara, patrona di Rieti e di Scandriglia.

Proprio per onorare i luoghi della Santa (Scandriglia è luogo della sua testimonianza e Rieti la città che accoglie il suo corpo), l’Associazione Santa Barbara nel Mondo ha deciso di ripartire, con la XXIII edizione della Manifestazione, proprio dalla Sabina e in particolare da Ponticelli e Scandriglia, grazie ad una partnership con l’Università Agraria di Ponticelli Sabino.

La scelta non è casuale, si vuole restituire rispetto e attenzione per il territorio che vide la Santa manifestare il proprio martirio, il miracolo cristiano e indicare con forza i suoi principi ispiratori: amore, giustizia, libertà, verità. “La Festa di Santa Barbara, rappresenta, per i nostri territori, un gioiello della cultura locale da tutelare, riscoprire e valorizzare”, dichiara con soddisfazione Vito Fioroni, presidente dell’Università Agraria.

“Per questa edizione abbiamo scelto di partire dalla Sabina e non da Rieti capoluogo – spiega il presidente dell’Associazione Santa Barbara nel Mondo, Pino Strinati – Sabato 27 novembre (ore 12) a Ponticelli, presso l’Auditorium “Antica Via del Sale”, dopo l’inaugurazione dello stesso, verrà conferito il Premio di Cultura COME BARBARA all’ opera letteraria "Icaro, il volo su Roma", del giornalista e Direttore dell’Ufficio Stampa della Presidenza della Repubblica Italiana Giovanni Grasso. Grasso sarà intervistato dal caporedattore de “La Stampa” Paolo Festuccia. A Ponticelli e Scandriglia altri due eventi importanti: il 2 dicembre, presso il Comune di Scandriglia, grazie alla disponibilità del Sindaco Lorenzo Ferrante, sarà consegnato nel pomeriggio il Riconoscimento alla carriera giornalistica a BARBARA PREMOLI, giornalista sportiva direttrice / editrice di Motori No Limites, peraltro già premiata al mattino nella sala consiliare del Comune di Rieti, con il nostro importante Premio Valore Donna "BRAVA BARBARA". Sempre Scandriglia è protagonista di un altro evento cruciale, il 5 dicembre verrà inaugurato il PERCORSO DI SANTA BARBARA A CURA A.S.I. " LA FIACCOLA DELLA RINASCITA ", con partenza alle ore 10,00, tappa a Rieti ed arrivo ad Amatrice”.

La manifestazione si sposterà poi a Rieti il 3 e 4 dicembre, con, il 3 dicembre, l’apertura della tradizionale Fiera, al mattino; dalle ore 16 alle ore 17, in collaborazione con il FAI, l’incontro in streaming con l’architetto Sabrina Aloisi, sul tema Conosciamo la Cappella di Santa Barbara; dalle ore 17 alle 18, sulla Gradinata Cattedrale di Rieti , l’esibizione Fanfara degli Alpini diretta dal M° Rossella Scopigno; alle ore 18, il “Discorso alla città’” da parte del vescovo di Rieti monsignor Domenico Pompili ed alle ore 21, in collaborazione con Coop Centro Italia, a Rieti, presso il Teatro Flavio Vespasiano, il Concerto di beneficenza a favore dell’ ALCLI, in ricordo del cantautore Andrea Salini, con il gruppo reatino TRIO MUSI’ (musicisti Maria Rosaria De Rossi, Sandro Sacco, Paolo Paniconi).

Il 4 dicembre (giorno del martirio) prosegue l’appuntamento con la tradizionale Fiera e deposizione, nel cimitero, di una corona al monumento dei caduti, da parte del Corpo VVF; alle ore 11, nella Cattedrale, celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo monsignor Domenico Pompili, con la partecipazione dei VVF, delle autorità e della cittadinanza e discorso dell’ingegnere Paolo Mariantoni, comandante Vigili del Fuoco di Rieti; dalle ore 17 alle 18, sulla Gradinata della Cattedrale di Rieti, esibizione banda musicale; alle ore 18, in Cattedrale celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Rieti, con i sacerdoti della diocesi.

Altri importanti eventi toccheranno altri luoghi della Sabina, alta e bassa, l’obiettivo principale è quello di promuovere il territorio su larga scala, dando visibilità alle piccole realtà presenti, realtà quali Montopoli in Sabina, Cittareale e Amatrice.

A Montopoli in Sabina, il 30 novembre, alle ore 15, in collaborazione con Coop Centro Italia, è prevista la piantumazione di 11 alberi in memoria del " Sindaco pescatore Angelo Vassallo", alla presenza del fratello Dario, del sindaco di Montopoli e degli alunni delle scuole. Mercoledì 1 dicembre, alle ore 17.30, a Cittareale, presso la Sala Consiliare, sarà invece conferito il Premio di Cultura COME BARBARA all’opera letteraria "La verità Negata", presente l’autore Dario Vassallo (fratello di Angelo, sindaco di Acciaroli, testimone della Legalità e promotore della valorizzazione dell’Ambiente, ucciso dalla criminalità organizzata). Domenica 5 dicembre, alle ore 17, ad Amatrice, presso l’Auditorium della Laga, Concerto per la rinascita - Amatrice per non dimenticare, con la Banda musicale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco diretta dal M° Donato Di Martile, con il Conferimento del Premio Internazionale di Solidarietà "NEL FUOCO " FONDAZIONE VARRONE, a Fabrizio Curcio, Capo del Dipartimento della Protezione Civile.

I premi, come al solito, sono conferiti a personaggi che incarnano i valori rappresentati da Santa Barbara. A Mastromarino si affiancano, per questa edizione, Dario Vassallo, Barbara Premoli, Renato Curcio, Giovanni Grasso.

Altre iniziative sono legate alla promozione del territorio, sabato 4 dicembre, alle ore 16, nel Comune di Rieti (sala consiliare), avverrà la stipula del gemellaggio tra il CAMMINO DI SAN FRANCESCO e il CAMMINO MINERARIO DI SANTA BARBARA della SARDEGNA. Per l’occasione si parlerà anche del neonato Cammino di Santa Barbara, ideato sulla scia del Cammino di San Francesco. Partirà da Scandriglia e arriverà sino alla Cattedrale di Rieti.

Un secondo percorso simile, ma questa volta a percorrenza stradale, “La Via di Santa Barbara”, verrà invece inaugurato il 5 dicembre. Le macchine del Club Autostoriche Car di Rieti, presieduto dall’Avvocato Costanzo Truini, si raduneranno per percorrere insieme il tratto che va da Scandriglia a Rieti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA