Passo Corese, rotatoria sulla Salaria: confermata l'ultimazione a febbraio 2021

L'incontro
di Raffaella Di Claudio
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Dicembre 2020, 00:10

RIETI - Entro febbraio 2021 la rotatoria di Passo Corese, quella che insiste sulla statale Salaria, sarà completata. La data di ultimazione dell’infrastruttura che cambierà l’ingresso alla prima frazione del comune di Fara Sabina è emersa ieri in un incontro tra Comune e Anas. Alla riunione, nella delegazione comunale di Passo Corese, hanno partecipato l’ingegnere di Anas, Marco Moladori, responsabile struttura territoriale Lazio, il sindaco di Fara Sabina, Roberta Cuneo e l’assessore ai Lavori pubblici, Giacomo Corradini. L’opera ha un valore strategico sia per la viabilità che per lo sviluppo economico e commerciale del secondo comune della provincia, visto che nei pressi del nuovo ingresso di Passo Corese dovrà sorgere il primo parco commerciale di Fara Sabina, noto ai più come Tornarino. «C’è stata sicuramente una sinergia di intenti e vedute sul lavoro da fare presso il territorio di Fara Sabina tra il Comune e Anas - afferma Cuneo. - Abbiamo parlato del cantiere presso lo svincolo di Passo Corese. L’avanzamento dei lavori, a oggi, è pari a circa il 20% e l’ultimazione è prevista entro il 27 febbraio 2021. Questo lavoro, molto atteso dalla comunità, risulta importante perché riguarda un tratto di un’arteria fondamentale, la Salaria, che collega Rieti a Roma. Su questa arteria è necessario fare degli interventi mirati per garantire ai tanti pendolari del nostro territorio di poter viaggiare in sicurezza e velocità».

Gli altri tratti
Nonostante l’oggetto principale dell’incontro siano stati i lavori relativi all’eliminazione dell’incrocio semaforico sullo svincolo di Passo Corese con la realizzazione della rotatoria, durante la riunione si è parlato anche di altri tratti di Salaria che ricadono sul Comune di Fara Sabina. In tema di sicurezza, ad esempio, gli interventi più attesi riguardano l’accesso alla frazione di Campomaggiore e le fermate Cotral dislocate lungo la trafficata arteria statale. «Abbiamo chiesto ad Anas - prosegue il sindaco Cuneo - di mettere in sicurezza l’accesso alla frazione di Campomaggiore dalla Salaria e di prevedere un lavoro di messa in sicurezza delle fermate Cotral di Borgo Quinzio e Corese Terra. Devo dire che anche su questo fronte abbiamo avuto disponibilità da parte dell’azienda, che ringrazio per la grande collaborazione dimostrata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA