Zapparella (Filca Cisl Rieti): «Ora serve progetto di ammodernamento della Salaria tra Bivio Micigliano e Antrodoco»

Sabato 10 Ottobre 2020
Zapparella (Filca Cisl Rieti): «Ora serve progetto di ammodernamento della Salaria tra Bivio Micigliano e Antrodoco»

RIETI - «L'apertura delle due gallerie di Micigliano al traffico è stata una giornata che attendevamo da tempo -spiega in una nota Giuseppe Zapparella, responsabile di Rieti della FILCA CISL Lazio Nord- come FILCA e insieme alle altre sigle sindacali del settore, abbiamo sempre monitorato da vicino la situazione di questi anni che ha visto alternarsi ben tre ditte ai lavori e in ultimo anche la vicenda della penultima ditta, la Tecnis, per cui ancora oggi, alcuni lavoratori si trovano a dover percepire spettanze mai arrivate. Grazie anche ai tavoli avviati con le istituzioni, al lavoro di questi uomini (oggi confluiti nell'impresa D'Agostino che sta terminando il cantiere) e alla perseveranza dell'Anas, oggi possiamo letteralmente vedere la luce in fondo al tunnel e salutare finalmente il prossimo completamento del lotto». 

«Intanto sul fronte occupazionale - prosegue Zapparella- continuano le lavorazioni in alcuni cantieri importantissimi per la viabilità della nostra Provincia; il cantiere della Rieti Terni va avanti secondo cronoprogramma sia sul fronte Reatino che su quello Umbro, la consegna è prevista nella primavera 2021. Come sempre ci sono i proclami sulla Salaria, e i proclami si sa, non sono cantieri ma restano proclami e non creano posti di lavoro (per ora di certo ci sono soltanto i lavori per la rotatoria di Passo Corese)». 

«Sempre in merito alla Salaria -rileva Zapparella- è opportuno rilevare che le recenti notizie, oltre alle quattro corsie in territorio reatino, parlano di una progettazione preliminare nella regione Marche tesa a completare l'ammodernamento dell'arteria fino ad Acquasanta Terme. Questo di fatto, porterebbe (certo in prospettiva e tra alcuni anni) ad avere un tracciato pressoché lineare da Micigliano fino alle porte di Ascoli Piceno».  

«Ora serve uno sforzo grande da parte della nostra politica per ammodernare gli ultimi due chilometri di strada che dal bivio di Micigliano portano ad Antrodoco e sui quali insiste anche un passaggio a livello ferroviario oltre che due strettoie lungo le quali spesso si incrociano i mezzi pesanti -conclude Zapparella- è una proposta già fatta a suo tempo dal Sindaco di Micigliano Emiliano Salvati e sulla quale siamo pienamente d'accordo. Nei prossimi anni il traffico su gomma sulla Salaria è destinato ad aumentare per la ricostruzione del Centro Italia e noi dobbiamo necessariamente operare in termini di visione e di accorciamento delle distanze tra i territori dell'Alto Lazio e il capoluogo di provincia Rieti per eliminare questo ultimo collo di bottiglia rimasto sulla strada Salaria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA