Rieti, gli appuntamenti della domenica
in città e in tutto il Reatino

Domenica 17 Novembre 2019
Alessandro Quarta
RIETI - Gli appuntamenti dell domenica in tutto il Reatino.

Festival teatrale “a km 0”, quello di Castelnuovo di Farfa, con il secondo appuntamento, oggi alle 17.30 nel nuovo teatro Luigi Cianni. In scena “Annarè. La storia di Anna e Marco”, proposto dall’Associazione culturale Damarte di Capena.

A Monteleone Sabino oggi c’è la sagra della bruschetta, edizione 24: un filone di pane lungo 20 metri è pronto a sfilare tra i vicoli del borgo. In piazza della Gioventù - interamente coperta - alle 10 apertura degli stand gastronomici e la vendita di prodotti tipici, alle 12.30 il pranzo a base di ricette della tradizione, alle 14.30 la sfilata del filone di pane da record e alle 15 la degustazione gratuita della bruschetta. A fare da cornice, spettacoli musicali e folkloristici dal vivo. A Canneto, oggi, la festa dell’olio nuovo, tra piatti tipici della tradizione sabina e intrattenimenti musicali. Ad Accumoli, oggi, c’è l’edizione 39 della Rassegna equina: si comincia alle 9 col meeting Tpr (tiro pesante rapido), per proseguire alle 11 con gli spettacoli equestri. Alle 12 la sagra delle sagre con le tipicità reatine e alle 14 riprendono gli spettacoli equestri fino alle 16 quando ci sarà la sfilata di chiusura. A seguire, mostra mercato di prodotti tipici con percorso gastronomico e artigianale presso le attività del centro ed area stand. La giornata sarà allietata da gruppi folkloristici. A Monte San Giovanni, oggi, itinerario gastronomico “Le cantine di San Martino”, tra degustazioni e musica.

Collalto Sabino è il paese di Babbo Natale. La manifestazione torna da oggi e replicherà il 24 novembre e 1, 7, 8, 15, 22 dicembre. Cantine aperte e saranno ospitati, in spazi espositivi, artigiani e piccoli produttori. I prodotti esposti sono manufatti da artigiani che impiegano il tempo tra fantasia e talento. I vicoli del borgo saranno invasi dalle note natalizie della musica in filodiffusione. Verrà allestita una cantina dove saranno accolti i bambini che vorranno incontrare Babbo Natale, a cui lasciare la classica letterina. Durante la manifestazione sarà possibile assistere a spettacoli di arte varia come per esempio gli zampognari, che si esibiscono negli angoli più caratteristici del borgo. In queste giornate i bambini potranno percorrere le vie del paese sul dorso di pony e piccoli asinelli. Si potranno degustare piatti e dolci tipici della tradizione locale, ci sarà la slitta di Babbo Natale appositamente realizzata e si potranno effettuare visite al castello baronale.

Concerto di chiusura per il Reate festival 2019. Oggi alle 18, nella chiesa di San Giorgio, a Rieti, il gala di arie d’oratorio romano, che si ricollega all’ambientazione barocca e romana dell’”Empio Punito” con cui il festival si era aperto. Un repertorio riportato in vita da Alessandro Quarta, Reate Festival Baroque Ensemble e da un cast di cantanti giovani e promettenti: i soprani Carlotta Colombo e Sabrina Cortese, il mezzosoprano Chiara Brunello, il tenore Luca Cervoni e il basso Giacomo Nanni. Il concerto è dedicato a Bruno Cagli fondatore del Reate festival, scomparso un anno fa, il 29 novembre del 2018. Verranno eseguite le arie di Pasquini, Scarlatti ed Haendel, tratte dagli oratori San Filippo Neri, Sant’Alessio, Giuditta, La Resurrezione. Un programma che rappresenta un excursus attraverso il genere dell’oratorio, forma musicale ispirata ad argomenti di carattere religioso, per lo più tratti dalla Bibbia, che pur senza l’ausilio di un apparato scenico conserva una drammaturgia virtuale. Databili tra ‘600 e ‘700, i brani dimostrano come l’oratorio, promosso a Roma da cardinali quali Benedetto Pamphilj, Pietro Ottoboni, e da principi come Francesco Maria Ruspoli, si sia trasformato in un mezzo per dar corpo ai sentimenti e alle passioni umane, nello spirito di un vero e proprio dramma sacro.

Nuova apertura straordinaria per le dimore storiche del Lazio. L’appuntamento è per oggi, a cura della Regione Lazio, con il supporto di Lazio Innova e la collaborazione di Irvit - Istituto regionale Ville Tuscolane, Associazione Dimore storiche italiane e l’Associazione Parchi e Giardini d’Italia. Numerosi i siti che accoglieranno i visitatori, con orari differenti e ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Nella provincia di Rieti, sono quattro le dimore storiche visitabili domenica. A Micigliano si potrà ammirare l’Abbazia dei Santi Quirico e Giulitta, in località San Quirico, dalle 11 alle 17 di domenica. A Montenero Sabino, domenica tra le 10 e le 12.30 e poi tra le 15.30 e le 17.30, sarà visitabile il Castello Orsini, in via Ducale. A Concerviano l’appuntamento è per l’Abbazia di San Salvatore Maggiore, nell’omonima località, dalle 11 alle 12.30. A Poggio Mirteto, la dimora storica aperta è il Castello Pinci di Castel San Pietro, in piazza Grande 13 nella frazione omonima, accessibile dalle 11 alle 13 e, nel pomeriggio, dalle 15 alle 18. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma