Rieti, gli appuntamenti del weekend in città e in tutto il Reatino

Michele La Ginestra
7 Minuti di Lettura
Sabato 18 Settembre 2021, 00:10

RIETI - Gli appuntamenti del fine settimana in tutto il Reatino.

Michele La Ginestra, oggi, protagonista al teatro di Poggio Moiano, la Compagnia Luceombra, domenica prossima, in scena a Ponticelli. Il percorso di “Sentieri in Cammino” si avvicina alla meta, con il penultimo fine settimana di spettacoli. Protagonista oggi, al teatro Comunale di Poggio Moiano, è Michele La Ginestra, che porta in scena uno spettacolo che ha riscosso un grande successo al teatro Sistina di Roma: “È cosa buona e giusta”, dove recita insieme a quattro giovani attori del laboratorio del Teatro 7. Una commedia che si pone problemi di attualità: Don Michele si trova a fare i conti con le problematiche giovanili, alle quali non sembra trovare risposta, se non confrontandosi con il passato; i genitori di oggi, da giovani, hanno vissuto le stesse esperienze che stanno vivendo i loro ragazzi? Cosa è cambiato negli ultimi trent’anni? Appuntamento alle 21.30. Domenica, la Compagnia Luceombra presenta “Vento”, di e con Antonio Andronico e Valeria Gasparrini. Uno spettacolo multimediale dedicato “all’impermanenza”. «Il vento - affermano gli autori - porta via e, allo stesso tempo, reca il nuovo. Il vento muove, agita, scompiglia, è nemico della stagnazione. Per volare bisogna andare controvento. Questo spettacolo vuole essere un invito a spiccare il volo. Cos’è il vento? È la vita che si muove». Appuntamento alle 21 al castello Orsini di Ponticelli di Scandriglia. “Sentieri in Cammino” è sostenuto dalla Regione Lazio con il fondo per la promozione del patrimonio culturale, con l’apporto della Fondazione Varrone. Per entrambi gli spettacoli, l’ingresso ha un costo di 5 euro, prenotazione all’e-mail postmaster@sentieriincammino.com e presentazione di Green pass.

Per la rassegna “10 Spettacoli per un Teatro”, a Toffia, questa sera, lo spettacolo “Per una sera”, tre monologhi e un breve pezzo in forma di dialogo nella kermesse organizzata da 33Officina Creativa. In scena Bernardetta Lucchetti, Giada Zacchia e Pino Grossi, musiche dal vivo del Derais Trio, composto da Daniel Ceccarelli (piano), Lorenzo Paolini (sax contralto) e Valerio Rossetti (sax tenore), la regia è di Pino Grossi. «Per una sera - spiegano gli organizzatori - vogliamo stare insieme, per raccontarvi storie, perché questa è la funzione del teatro. C’è un prima e c’è un dopo, e in mezzo ci sono le storie, unite e diverse tra loro, storie dove il senso del limite, sarà il trait d’union dei tre monologhi e un breve pezzo in forma di dialogo che verranno presentati. I monologhi saranno intervallati da brani musicali».

Tutto pronto a Cittareale per la due giorni (oggi e domenica) dedicata al cavallo Tpr e ai numerosi allevatori della zona. La manifestazione, organizzata dalla Pro loco di Cittareale con il supporto del Comune, degli allevatori di Cittareale e dei comuni limitrofi si svolgerà in località Ricci.

Torna l’appuntamento col verde e i colori all’Abbazia di Farfa, oggi e domenica, presso il parco Cremonesi che ospita “Fiori in Farfa” mostra mercato del giardinaggio di qualità. Organizzata da “Vivi l’Arte”, col patrocinio del Comune, dell’Abbazia di Farfa e della Fondazione Cremonesi, la manifestazione presenta collezioni di piante e prodotti artigianali. Possibile partecipare a laboratori, completamente gratuiti, di stampa vegetale su carta.

Sbarca a Casperia, nel fine settimana, il “Jazz Guitar Award”, competizione internazionale in tre tappe, in cui 16 chitarristi jazz saranno valutati da una commissione presieduta da Roberto Cecchetto, Umberto Fiorentino, Fabio Zeppetella, Bebo Ferra e Sandro Gibellini. L’evento si svolge nell’ambito del Sabina Music Summer, la direzione artistica e organizzativa è della Emme Produzioni Musicali. Si tratta del contest musicale internazionale itinerante tra i comuni di Toffia, Casperia e Castelnuovo di Farfa. Dopo la tappa di Toffia, ora tocca a Casperia, questa sera e domenica, nel cortile di Palazzo Forani. Questa sera si esibiranno Federico Carnevali Trio e, a seguire, Leonardo Bacchiocchi Trio mentre domenica sarà la volta di Luca Zennaro Trio e, a seguire, Filippo Loi Trio. La kermesse si chiuderà poi a Castelnuovo di Farfa il successivo fine settimana con tre serate nella piazza del Comune: il 24 settembre (Corrado Cerrutti Trio e, a seguire, Edoardo Liberati Trio), il 25 settembre (Muhssin Pizii Trio e, a seguire, Simone Sansonetti Trio) e il 26 settembre (Alessandro Mozzillo Trio e, a seguire, Matteo Zaccheo Trio). Al vincitore assoluto del “Jazz Guitar Contest” andranno due premi: una produzione discografica con la Emme Record Label da realizzare presso il Tube Recording Studio e una chitarra semiacustica di liuteria realizzata da Acoustic Liuteria di Fabio Cappelli. Tutti i concerti sono gratuiti e a numero chiuso. Per accedere ai concerti sarà obbligatorio il Green pass. Per partecipare è necessario prenotarsi all’e-mail info@emmeproduzionimusicali.it. Le due serate di Casperia, che si svolgono col patrocinio del Comune, iniziano alle 21.

A Rieti, “Caro mio Ben”, concerto cameristico per soprano, violoncello e pianoforte dedicato alla romanza da camera vocale e strumentale dell’ottocento, questa sera, presso l’Auditorium di Santa Scolastica. Prenotazioni al 335/1849995.

“Antuni racconta”: arte storia e cultura nell’evento in programma oggi e domenica nella Valle del Turano. Una proposta per diffondere ai visitatori una conoscenza storica e culturale del territorio, con iniziative proposte in uno scenario quale il borgo di Antuni, ormai da anni sede dei maggiori eventi culturali proposti nella Valle del Turano. Si comincia oggi alle 9.30 con l’appuntamento al Pit, località bivio di Castel di Tora: qui, tra domani e domenica, si svilupperà un programma con l’allestimento, presso le sale del Palazzo del Drago, di una mostra che racconta usi costumi e tradizioni della popolazione di Castel di Tora. Quindi il racconto sull’economia del borgo, prima e dopo la creazione del lago del Turano, a cura dei cittadini di Castel di Tora, una mostra fotografica sul borgo di Antuni, su com’era prima della ricostruzione avvenuta poi negli anni ‘90, attraverso le immagini del fotografo Giuseppe De Filippis e la storia del lago attraverso il racconto di Brunella Bonetti. Inoltre, verranno esposte opere d’arte contemporanea dell’artista Elisabetta Catamo. Nella giornata di domenica, alle 16.30, presso i giardini pensili del Palazzo del Drago, anfiteatro naturale che negli ultimi anni ha ospitato convegni, concerti e opere teatrali, verrà presentato il libro “Neve d’Agosto” di Massimo Galletta, con Giuseppe Teano che dialogherà con l’autore. L’iniziativa verrà conclusa con un concerto di musica, “Father and Son”, con i maestri Matteo e Adolfo Troili.

Nel cortile del primo e unico liceo dedicato a Lorenzo Rocci, studioso gesuita nato a Fara Sabina e autore del celeberrimo vocabolario Greco-Italiano, si ergerà l’altrettanto primo e unico busto bronzeo che raffigura il grecista. Come a proteggere e guidare gli studenti che lì passeranno. L’opera verrà “consegnata” alla comunità oggi alle 10, al culmine di una due giorni organizzata dall’associazione socioculturale “Francesco Sacco”, presieduta da Nicola Sacco. «L’obiettivo - spiega uno dei membri, Michele Lamura, già preside del liceo Rocci e ideatore del progetto - è promuovere un senso di appartenenza e di aggregazione che ancora oggi manca». «Poiché la memoria è la base fondante di una comunità - dichiara il presidente Nicola Sacco - abbiamo voluto che la nostra comunità potesse ricordare nel tempo il nostro concittadino Lorenzo Rocci. A nome dell’associazione ringrazio la banca Bper e la Fondazione Varrone che hanno sostenuto il nostro progetto con un importante contributo, la società editrice Dante Alighieri e la preside del liceo Rocci, Maria Desideri e il comitato ex studenti e professori del Rocci, che hanno sostenuto il lancio dell’iniziativa». «In questo modo - dichiara Mauro Nicoletti, responsabile della filiale Bper di Passo Corese - abbracciamo il mondo della cultura e dimostriamo vicinanza al territorio. Ringraziamo l’associazione che ci ha permesso di partecipare». Pieno supporto dalla Fondazione Varrone, che ha sposato un’iniziativa definita di grande rilievo culturale. «Questo - sostiene Carlo Desideri, membro dell’associazione Sacco - rappresenta il vero esordio dell’associazione, nata nel 2019 e bloccata dal ciclone pandemico. È un segnale concreto perché una scultura bronzea rimane quale testimonianza imperitura a ricordo della nostra civiltà sabina. Per tutti mettiamo a disposizione una cosa bella che ci stimola a guardare avanti». L’opera è stata realizzata da Luca Rampazzi, docente di matematica con la passione per la pittura e la scultura, già autore della Meridiana in piazza della Libertà a Passo Corese e del monumento bronzeo in onore di Anita Garibaldi, a Rieti. Dopo sei mesi di intenso lavoro, l’opera, alta due metri e mezzo (compreso il piedistallo di marmo di Poggio Moiano, lo stesso usato per realizzare la tomba di Kennedy) verrà scoperta oggi alle 10 al polo didattico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA