Rieti, in treno a Roma via Terni:
per il Comune è una priorità
ma potenziare la linea è difficile

Sabato 19 Marzo 2016
RIETI - La linea diretta ferroviaria per Roma non verrà mai realizzata. Partendo da questo presupposto, il sindaco di Rieti, Simone Petrangeli, e l’assessore alla mobilità, Carlo Ubertini, hanno promosso, venerdì in Comune, un incontro sul nevralgico e antico tema dei collegamenti viari, prevalentemente rivolto, fermo restando il trasporto su gomma, al capitolo del trasporto ferroviario e alle opportunità che questo, oggi, manifesta. L'obiettivo, quindi, è quello di potenziare la linea ferroviaria Rieti-Terni-Roma.

All’incontro, coordinato dall’assessore Ubertini, hanno partecipato il consigliere regionale Daniele Mitolo, il consigliere provinciale con delega alla viabilità, Giulio Falcetta, e i rappresentanti dei sindacati confederali, Walter Filippi e Luigi Cocumazzo per la Cgil, Alberto Paolucci per la Uil, Fabrizio Tomassoni per la Cisl, oltre l’esperto del settore Gabriele Bariletti.

A seguito di un intenso confronto, la riunione ha stabilito unanimemente di considerare il potenziamento del trasporto ferroviario della linea Rieti-Terni-Roma come priorità, necessariamente perseguibile e oggettivamente percorribile, verificando contestualmente tutte le condizioni di realizzabilità prevalentemente attraverso un rapporto con Rfi.

Si è inoltre stabilito di strutturare allo scopo un tavolo permanente, con eventuali nuovi ingressi funzionali all’obiettivo, per accompagnare il processo avviato, nell’unità delle forze in campo.
  Ultimo aggiornamento: 13:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"Viaggio sul 44, l'autobus del diavolo"

di Pietro Piovani