Il Real Sebastiani sfida il fanalino di coda Monopoli dell'ex Npc Benedusi. Righetti: «Massima concentrazione»

Sabato 17 Aprile 2021
Eric Visentin (foto Ufficio stampa Real Sebastiani)

RIETI - Domenica alle 18 la V giornata della seconda fase del campionato Serie B. Il Real Sebastiani affronta Monopoli in casa. Al PalaSojourner si sfidano la seconda (a pari punti con la capolista) e l’ultima della classe. Il più classico dei testa coda che però nasconde molte insidie. Sarà fondamentale non sottovalutare l’avversario e non sbagliare l’approccio alla gara, mantenendo da subito alta l’attenzione e la tensione. Match in esclusiva su Lnp Pass.

L’avversario

L’Epc Action Now Monopoli è il fanalino di coda del girone D, con solo 6 punti raccolti in 17 partite, ha però da recuperare la gara contro la Luiss. I pugliesi nelle ultime 5 gare hanno un record negativo di 1-4 aggravato dall’ultima sconfitta contro Avellino che ha spedito Monopoli all’ultimo posto in solitaria. Bisognerà imbrigliare la vena realizzativa del playmaker classe ’91 Giovanni Laquintana, miglior realizzatore della squadra di coach Paternoster che potrà contare anche sulla guardia Paparella (e sull'ex Npc Benedusi, ndr).

Il coach Righetti

Coach Righetti così alla vigilia del Match con Monopoli: «Affrontiamo l’ultima in classifica è vero, ma dobbiamo capire che in questa fase del campionato nessuno ti regala nulla. Ora ogni partita è uno scontro diretto, sia per chi ha ambizioni di alta classifica che per chi deve salvarsi. Dovremo affrontare questa gara con la massima intensità e la massima concentrazione perché loro giocano bene ed hanno talento. Deve essere per noi una gara giocata con tanta ‘garra’ come si suol dire».

Interrogato sulla tenuta durante tutto l’arco dei 40′ il tecnico riminese risponde: «Noi lavoriamo su tutto da inizio anno. Le cose su cui una squadra deve migliorare sono diverse lungo l’arco della stagione. Ci sono diversi momenti durante l’anno che ti permettono di concentrarti su un aspetto piuttosto che un altro. Sulla tenuta ci lavoriamo sempre, può capitare però che ci siano dei momenti di rilassamento durante il match, perché a volte diamo per scontate alcune cose. Però credo che stiamo dimostrando di giocare una pallacanestro totale. La nostra difesa è cresciuta tanto nella seconda parte della stagione e questo secondo me è un grande passo in avanti. E’ chiaro che più segniamo, più ci divertiamo e grazie all’entusiasmo difendiamo anche meglio».

Infine una menzione speciale per Visentin che domenica ha segnato i suoi primi due punti in maglia Real: «Eric ha dimostrato di essere un ragazzo serio che si allena sempre con diligenza. Parla poco ma in campo dà tutto. E’ molto giovane e venendo da un’altra realtà aveva bisogno di tempo per farsi conoscere. Non mi piace parlare di Under e Senior, Eric è un giocatore di questa squadra e fa parte di questo gruppo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA