Rieti, doppio ko per il Real U19 e 17,
Michele Boria: «Ci aiuteranno
a crescere. Il mio idolo? Jeffe,
fa sempre la scelta giusta»

Martedì 3 Dicembre 2019 di Mattia Esposito
Il 2003 Michele Boria
RIETI - Fine settimana non positivo per le squadre del settore giovanile del Real Rieti: under 19 e 17 sono state infatti sconfitte rispettivamente da Todis Lido Di Ostia e Cccp, entrambe in trasferta. Due sconfitte che non cancellano quanto di buono fatto fino ad ora, anche perché per l'Under 17 è stata la prima sconfitta in stagione.

A fare il punto è il laterale classe 2003 Michele Boria, in forza ad entrambe le squadre. La disamina parte dalla gara dell'Under 17: «Sapevamo che era uno scontro diretto in ottica primo posto e non sarebbe stato facile, soprattutto in trasferta - spiega Boria - siamo andati subito sotto ma abbiamo fatto una grande gara. Peccato perché dopo essere passati in vantaggio abbiamo subito due gol negli ultimi minuti. Sono partite che servono a crescere». 

Ko come detto anche per l'Under 19: «Abbiamo affrontato una squadra ben preparata e noi ci siamo presentati piuttosto rimaneggiati, purtroppo non siamo mai riusciti a stare in partita, sia per la bravura degli avversari che per demeriti nostri. Stiamo facendo una grande stagione, dobbiamo allenarci e riscattarci già a partire dalla prossima».

Le sensazioni su entrambe le stagioni sono positive: «L'Under 17 è un gruppo nuovo, ma stiamo lavorando bene e quanto dimostrato fino ad ora ci proietta tra le squadre che punteranno a vincere il campionato. Per quanto riguarda l'Under 19 posso dire di far parte di questo gruppo nonostante l'età, nonostante siamo molti 2002 in gruppo con poca esperienza, ci siamo dimostrati un'ottima squadra, strappando risultati molto positivi come quello contro l'Aniene, che ci proiettano in una buona posizione di classifica».

Per Boria il futsal è stata una questione di amore a prima vista: «Venivo già al PalaMalfatti a vedere le gare prima di iniziare a giocare, e quando ho capito che c'era possibilità di iniziare a praticarlo ho subito colto l'occasione. E' uno sport molto dinamico nel quale ci vogliono velocità ed intelligenza, più rispetto al calcio a 11. Giocatore a cui mi ispiro? Jeffe, nonostante adesso sia diventato allenatore. Riesce a rimanere concentrato tutta la partita, è molto intelligente e fa sempre la scelta giusta». 

UNDER 19 NAZIONALE - IX GIORNATA
Todis Lido Di Ostia - Real Rieti 4-0

UNDER 17 - V GIORNATA
Cccp - Real Rieti 4-3
Renzi, Ettaro, Benedetti © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma