Aveva commesso una rapina nel 2018: giovane arrestato. Era anche tra gli organizzatori di un rave party

Mercoledì 21 Aprile 2021
Aveva commesso una rapina nel 2018: giovane arrestato. Era anche tra gli organizzatori di un rave party

RIETI - Ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Amatrice, in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dall’Autorità Giudiziaria di Milano, hanno tratto in arresto un giovane venticinquenne residente in quel centro, condannato per rapina in concorso.

I fatti risalgono al novembre del 2018 quando il giovane, unitamente ad altri ragazzi, aveva sottratto la borsa alla proprietaria di un ristornate cinese ove aveva mangiato, ma vistosi scoperto, dopo aver tentato una breve fuga, aveva colpito la mal capitata facendola rovinare in terra, e il di lei marito che aveva tentato di fermarlo, con dei pugni in volto.

La sua fuga era durata comunque poco ed infatti era stato immediatamente dopo fermato da una pattuglia nei pressi di una fermata di autobus, il suo bottino 400 euro in contanti.

M.P. , che se pur molto giovane già è soggetto conosciuto dai locali Carabinieri per altri reati, per quei fatti era già finito in manette e ora, a distanza di due anni, condotto dall’Arma di Amatrice presso la Casa Circondariale di Rieti, dovrà scontare una pena residua di quasi tre anni di reclusione per Rapina e Lesioni Personali.

Solo qualche giorno fa, unitamente ad altre 12 persone, era stata denunciato dai carabinieri di Configni per invasione di terreni e danneggiamento in concorso, per aver abusivamente occupato un capannone comunale al fine di realizzarvi un Rave Party, il tutto nella piena indifferenza dei rischi legati all’attuale pandemia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA