Cittareale, rinnovati i vertici della Pro loco: per la prima volta una donna alla presidenza

Cittareale, rinnovati i vertici della Pro loco: per la prima volta una donna alla presidenza
2 Minuti di Lettura
Venerdì 13 Maggio 2022, 15:03

RIETI - L’aggregazione sociale a Cittareale continua e non si arresta: anzi, rilancia e cresce sempre di più. Dopo la nascita del Centro Anziani Rodolfo Scaletta, è il turno dell'Associazione Turistica Pro Loco. L'assemblea dei soci ha rinnovato i vertici dell'associazione per il quadriennio 2022-2026.


Tante le new entry, a cominciare dalla Presidenza; è stata eletta per la prima volta una donna: Consuelo Piccarozzi. Suo Vice, l’ex Presidente Emanuele Mattia, che molto bene ha lavorato nel periodo, alla guida dell’importante associazione, tra le più longeve della Valle del Velino.


I circa trenta soci (numero conseguente al Covid e all’impossibilità di organizzare eventi aggregativi), sia direttamente che per delega, hanno quindi eletto per il Consiglio Direttivo: Ilaria Mancini, Irene Tartaglia e Domenico De Angelis.


Per il Collegio dei Revisori dei Conti: Fabio Scaletta, (veterano della Pro Loco), sarà affiancato da Federico Cenfi e Paola Cocuccioni, (anche lei attivissima nell’organizzazione da sempre).


La Segreteria sarà diretta da Domenico De Angelis, amante di Cittareale e della sua Vetozza, già membro del direttivo del Cai di Antrodoco e infaticabile camminatore delle nostre montagne.


«Cercheremo, in pieno accordo con l'Amministrazione Comunale, di dare il massimo per il territorio - ha detto Consuelo Piccarozzi - il programma che ci siamo riproposti è molto impegnativo, occorre tempo e volontà, ma con l'aiuto di tutti riusciremo a realizzarlo. Il primo obiettivo è aprire il tesseramento e coinvolgere il maggior numero di persone possibile: unico requisito richiesto: amare Cittareale».

Consuelo Piccarozzi ha 32 anni, è residente nella frazione di Marianitto, dove vive con il compagno Federico e i loro due bambini, Jacopo e Nicolò.
Oltre a Federico ha un grandissimo amore, quello per Cittareale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA