Premiati i volontari dell'Associazione nazionale polizia impegnati nelle operazioni di protezione civile

Premiati i volontari dell'Associazione nazionale polizia impegnati nelle operazioni di protezione civile
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Ottobre 2021, 12:42

RIETI - Il Questore di Rieti, Maria Luisa Di Lorenzo, ha premiato i volontari della Sezione di Rieti dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato impegnati nelle attività di protezione civile a servizio della cittadinanza della Provincia di Rieti.

Il Gruppo di Volontariato dell’A.N.P.S. di Rieti, che ha la sua sede legale presso la Sezione “Filippo Palieri” di Rieti dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato ed ha due sedi operative, una a Rieti ed una a Montopoli in Sabina, svolge ormai da 4 anni, diverse attività di volontariato e protezione civile in tutta la Provincia, tra le quali rivestono particolare importanza l’effettuazione di turni di servizio presso la mensa di Santa Chiara, dove i volontari sono impegnati nel confezionamento e nella distribuzione dei pasti ai bisognosi di questo capoluogo, nonché l’assistenza ed informazione ai cittadini, anche in tema di attuazione delle misure anti covid-19, nel corso delle numerose manifestazioni pubbliche che si sono svolte in ambito provinciale.

Non bisogna poi dimenticare i numerosissimi interventi effettuati dai volontari nel corso degli eventi alluvionali che hanno interessato l’area della piana reatina all’inizio di quest’anno, prestando soccorso alle persone ed agli animali in difficoltà a causa dalla violenta inondazione, nonché la messa in sicurezza di alcune sponde dei fiumi Turano e Velino che rischiavano di cedere alla piena delle acque.

Ma l’azione del gruppo reatino di protezione civile dell’Associazione Nazionale della Polizia di Rieti si è particolarmente distinta anche durante i terribili momenti del lock-down per l’emergenza coronavirus, durante il quale i volontari hanno collaborato alla distribuzione di medicinali e viveri alla cittadinanza ed hanno effettuato numerosi accompagnamenti di persone non autosufficienti presso strutture sanitarie.

L’attività dei volontari, che riveste particolare importanza nelle complesse attività di protezione civile, non può prescindere dalla formazione professionale degli addetti. Proprio per questo motivo, nei mesi scorsi, nell’ottica del miglioramento delle capacità tecniche d’intervento e della professionalità degli appartenenti, è stata realizzata, ad Amatrice, una iniziativa, ideata dai Gruppi ODV delle Sezioni di Ivrea e Rieti, denominata “1° Campo Scuola di Protezione Civile dell’A.N.P.S.”.

L’evento ha avuto luogo nella frazione di Capricchia, con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Rieti e dei Comuni di Rieti ed Amatrice, all’interno del terribile scenario delle macerie lasciate dal sisma del 24 Agosto 2016.

L’attività formativa ha riguardato importanti tematiche quali la sicurezza per i volontari di protezione civile, l’allestimento e la gestione di un campo per l’accoglienza della popolazione e dei soccorritori a seguito di eventi calamitosi, la ricerca di persone disperse sotto macerie e in superficie, con impiego di Unità Cinofile, Droni e Battitori, l’evacuazione della popolazione a rischio nonché il soccorso con l’impiego di unità a cavallo ed in acqua con sommozzatori.

All’importante esercitazione hanno preso parte anche i poliziotti dei Nuclei Cinofili della Polizia di Stato di Ladispoli, Nettuno e Napoli e dei Nuclei Sommozzatori della Polizia di Stato di La Spezia e di Bari che hanno portato la loro esperienza al servizio dei volontari formati durante le simulazioni di soccorso.

All’evento, oltre ai volontari dell’A.N.P.S. di Rieti, hanno partecipato gli appartenenti ai Gruppi di Volontariato e Protezione Civile A.N.P.S. della Regione Lazio (Terracina - Civitavecchia – Fiumicino - Frosinone – Ostia - Roma P.2 – Viterbo), nonché quelli di Ivrea, Rimini, ed i sommozzatori e subacquei di Terracina e di Trani, per complessive 90 unità.

Particolare interesse ha suscitato l’impiego di 4 Soccorritori ODV-ANPS, a cavallo, che hanno simulato il raggiungimento di abitazione isolata in zona di montagna, con boscaglia folta e complessa, al fine di recapitare viveri e medicinali di prima urgenza. Per arrivare al punto ipotizzato, i cavalieri hanno coperto la distanza di km. 6,500 in un’ora e mezza circa, in un luogo impervio dove non sarebbe potuto arrivare alcun veicolo.

Alcune fasi dell’esercitazione sono state monitorate da due Funzionari del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, in qualità di Osservatori, che hanno assistito alle lezioni teoriche ed alle dimostrazioni pratiche, mostrando vivo interesse per tutte le attività ed hanno espresso ammirati giudizi sulle capacità tecniche degli Operatori intervenuti.

Il Questore di Rieti, nel corso di una cerimonia tenutasi nella “Sala Palieri” della Questura ha voluto ringraziare gli operatori dell’ANPS, capeggiati dal Presidente Provinciale Felice MEROLLI e dal Presidente del Gruppo di Protezione Civile Domenico PUTORTI’, sia per l’importante e complessa realizzazione dell’esercitazione di protezione civile, sia per il costante apporto fornito in questa provincia in tute quelle attività svolte per il bene collettivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA