Rieti, gli abitanti di Poggio Moiano si sentono poco sicuri, controlli a tappeto della polizia

Mercoledì 21 Ottobre 2020

RIETI - La Questura di Rieti, continua incessantemente nell’attuazione di servizi di controllo straordinario del territorio, finalizzati a rafforzare l’azione della Polizia di Stato nel contrasto dell’illegalità diffusa, in particolare dei furti, dello spaccio di sostanze stupefacenti, della guida in stato di ebbrezza e, soprattutto, alla verifica del rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del contagio da coronavirus.

Durante il week end appena trascorso, infatti, sono state disposte dal Questore di Rieti Maria Luisa Di Lorenzo una serie di operazioni di controllo straordinario del territorio ad alto impatto, in tutta la provincia, attraverso mirati servizi che hanno interessato, in particolare, l’intero territorio del Comune di Poggio Moiano, dove i cittadini avevano manifestato una sensazione di insicurezza, con l’impiego degli equipaggi delle Volanti della Questura di Rieti e con il concorso di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, appositamente richiesti al Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Nel corso delle operazioni a Poggio Moiano, che hanno visto impegnate dieci pattuglie della Polizia di Stato, sono state controllate oltre 100 persone, di cui 30 extracomunitari, che sono risultati in regola con le norme sul soggiorno, e 40 autoveicoli.

Complessivamente, nel territorio provinciale, sono stati controllati 200 veicoli ed identificate 350 persone, mentre oltre 20 sono state le contestazioni di violazioni del Codice della Strada che hanno comportato anche il ritiro di un documento di circolazione.

Ultimo aggiornamento: 12:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA