Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Al via percorso stabilizzazione personale sanitario che ha garantito la continuità delle cure durante la pandemia

Al via percorso stabilizzazione personale sanitario che ha garantito la continuità delle cure durante la pandemia
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Marzo 2022, 14:48 - Ultimo aggiornamento: 15:24

RIETI - Questa mattina si è svolto presso la Regione Lazio, alla presenza del Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo, il concordamento del budget economico anno 2022 della Asl di Rieti. 

La riunione ha visto, relativamente alla voce del personale, l’accettazione del budget assunzionale proposto dall’Azienda Sanitaria Locale di Rieti che permetterà l’avvio del percorso di stabilizzazione che coinvolge il personale della dirigenza medica e sanitaria, del comparto di ruolo sanitario e degli operatori socio sanitari che in questi due anni hanno garantito la continuità delle cure al fine di fronteggiare l’emergenza pandemica da Sars CoV-2.   

«L’avvio del percorso di stabilizzazione che oggi abbiamo formalizzato in Regione per il personale sanitario che ha maturato i requisiti - spiega il Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo - è il giusto riconoscimento da parte della Regione Lazio e dell’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato del lavoro svolto in questi due anni di pandemia per proteggere e mettere in sicurezza tutti i cittadini e un passo importante nella direzione del rafforzamento della sanità territoriale. Siamo certi che l’importante percorso che abbiamo avviato soddisfi le giuste aspettative dei tanti operatori sanitari che in questi mesi sono stati al fianco dell’Azienda in uno dei periodi più difficili per la sanità reatina, che ci ha visto impegnati senza soluzione di continuità al servizio della nostra comunità». 


Il presidente della Commissione Bilancio della Regione Lazio, Fabio Refrigeri.

«Dalla Regione Lazio ancora un forte segnale di attenzione per la sanità reatina e per i suoi operatori che grazie al percorso avviato oggi vedono riconosciute istanze legittime e parità di trattamento dopo aver lavorato per due anni senza risparmiarsi.
In questi mesi al netto di inevitabili criticità legate alla Pandemia i nostri medici, i nostri infermieri e tutto il personale della Asl reatina, anche a costo di grandi sacrifici personali, sono riusciti a dare risposte puntuali a una comunità spesso disorientata e impaurita su un territorio difficile e frammentato.
I provvedimenti che la Giunta Zingaretti ha intrapreso in questi ultimi mesi per stabilizzare tutti gli operatori che sono stati impegnati sia nel contrasto della diffusione del Coronavirus ma anche nelle attività di routine che sono state rese più complicate dall’emergenza, sono un giusto riconoscimento per loro ma soprattutto un atto necessario per ridisegnare una sanità nuova, più efficace e rispondente alle esigenze che la Pandemia ha indicato: una sanità più vicina alle persone e ai territori.
Un importante risultato ottenuto come sempre per la grande sensibilità del presidente Zingaretti e dell’assessore D’Amato e grazie all’impegno del direttore della Asl di Rieti D’Innocenzo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA