Ad Amatrice le storie di "Rivincita"
del Gruppo Paralimpico della Difesa
a cura della reatina Benedetta Bellucci

Mercoledì 3 Aprile 2019 di Giacomo Cavoli
Gruppo Paralimpico
RIETI - Sarà presentato venerdì 5 aprile, alle 10.30 presso il Palazzetto dello Sport e davanti agli studenti delle scuole di Amatrice, il volume "Rivincita, la storia, le sfide, le vittorie del Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa (Gspd)", realizzato dall’autrice reatina Benedetta Bellucci ed edito dalla casa editrice Puntidivista.

LE STORIE DEL GRUPPO SPORTIVO PARALIMPICO DIFESA
Il volume, che raccoglie le interviste ai 41 atleti del Gruppo Paralimpico e al campione olimpico Federico Morlacchi, alterna ai racconti le foto e le immagini delle conquiste e delle vittorie sportive conseguite dai militari appartenenti al Gspd che, incontrando il buio, hanno saputo rialzarsi. Uomini e donne che mentre erano in servizio in territorio nazionale o internazionale hanno subito delle menomazioni ma non si sono arresi, continuando a servire il Paese anche in tuta da ginnastica e mantenendo fede al giuramento prestato. Attraverso lo sport sono riusciti a superare gli ostacoli più grandi, grazie anche all’attenzione della Difesa che, nell’ottica di sostegno ai propri uomini, ha attivato un programma di riabilitazione attraverso la pratica sportiva, importante anche per il recupero psicologico. Sulla base del programma di riabilitazione, nel dicembre del 2014 è stato poi stilato un protocollo d’intesa tra il Ministero della Difesa e il Comitato Italiano Paralimpico, dando vita così al Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa.

Sulla scia della propria linea editoriale rivolta ai bambini e alle disabilità, il tema dello sport e della sua funzione riabilitativa ha dato dunque lo spunto alla casa editrice Puntidivista per creare un volume fatto di storie e di vita, di ostacoli e di difficoltà ma anche di speranza e rinascita.

Ad Amatrice, poi, in rappresentanza del Gspd sarà presente il Tenente Colonnello Gianfranco Paglia, Medaglia d'Oro al Valor Militare, consigliere del Ministro della Difesa e capitano del Gruppo, che risponderà alle domande e alle curiosità degli studenti: “Sono molto contento di essere ad Amatrice e saranno i ragazzi a trasmettermi forza e coraggio dimostrando tutta la loro voglia di rialzarsi senza mai abbattersi, visto quanto hanno vissuto – commenta Paglia - La nostra presenza sarà testimonianza tangibile che non sono stati dimenticati e ora che i riflettori non sono più accesi come lo furono per raccontare i drammatici eventi del sisma 2016, poter riportare la propria esperienza sarà accrescimento per tutti”. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma