Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Al de Lellis dimostrazione di un nuovo sistema robotico a più bracci modulari per chirurgia

Al de Lellis dimostrazione di un nuovo sistema robotico a più bracci modulari per chirurgia
1 Minuto di Lettura
Giovedì 28 Luglio 2022, 15:27

RIETI - L’Unità di Urologia del Presidio Ospedaliero di Rieti diretta dal dottor Mauro Caponera si è fatta promotrice della dimostrazione di un nuovo sistema robotico a più bracci modulari per chirurgia.  

Il sistema, utilizzato in chirurgia urologica, in chirurgia generale e ginecologica, ridefinisce le aspettative della chirurgia robotica, si adatta virtualmente a ogni configurazione della sala operatoria e si integra perfettamente nei flussi di lavoro esistenti aumentando la possibilità d’accesso alla chirurgia robotica mininvasiva. 

Il sistema, sviluppato secondo le tecnologie più avanzate, permette un approccio mininvasivo anche nelle procedure chirurgiche più complesse, riducendo i tempi di degenza postoperatoria, con vantaggi per il paziente.  

L’apparecchiatura è stata a disposizione degli Urologi, dei Chirurghi e dei Ginecologi aziendali (branche che maggiormente possono giovarsi dell’utilizzo di questo sistema) e sono stati organizzati corsi e simulazioni su manichino dal vivo.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA