Rieti, la Zeus ufficializza l'ingaggio
del playmaker Marco Passera:
«Contento, punto a dare il meglio»

Mercoledì 17 Luglio 2019
Marco Passera
RIETI - La Zeus Npc ufficilaizza l'ingaggio del playmaker Marco Passera.

Nativo di Varese, classe 1982, Passera è ormai un veterano della categoria e dei parquet di serie A2. Cresciuto cestisticamente con la maglia della Robur Et Fides Varese con cui si guadagna tra l'altro la convocazione con la Nazionale Under 18, si trasferisce nella stagione 2001/2002 a Vigevano e poi a Soresina in Serie B d'Eccellenza con cui resta per ben cinque stagioni partendo sempre in quintetto e chiudendo a 7.2 ppg il primo anno e salendo fino 11.7 ppg nella stagione 2004/2005. Nel 2007 arriva la chiamata dalla Serie A, dalla prestigiosa Pallacanestro Varese targata Cimberio. In 32 partite di A chiude a 5.7 ppg e 2.3 assist a partita. A Varese resta altre due stagioni fino al 2010/2011 quando si trasferisce alla Copra Piacenza in A Dilettanti dove viaggia a 13.3 ppg e 3.4 apg. Nel 2011/2012 Passera gioca ancora a Piacenza prima di trasferirsi a Capo d'Orlando. Da li in avanti vestirà anche le maglie di Jesi, Chieti, Brescia per 3 stagioni fino al 2016 quando si trasferisce a Latina. Nel '17-'18 va a Reggio Calabria per poi concludere la stagione all'Assigeco Piacenza. Nel 2018-2019 Passera gioca 14 partite con Scafati con cui chiude a 4.9 ppg e 4 assist di media a partita.

Le prime parole del giocatore sono state di grande entusiasmo ed energia: «Sono molto contento di questa grande occasione e della fiducia che mi è stata data. Sono pronto per la prossima stagione, mi sento particolarmente in forma e sono curioso di sapere chi saranno gli ultimi acquisti per chiudere la squadra. Inoltre, sono consapevole che il pubblico reatino sarà esigente e caloroso e spero di dare il meglio fuori e dentro il campo».

Con Passera si acquista un tassello importante per la prossima stagione, soddisfatto quindi il ds Gianluca Martini: «Marco è un giocatore molto ordinato, pulito, ama coinvolgere i compagni e mettere tutti in ritmo senza disdegnare il tiro quando se ne presenta l'occasione, in parole povere un playmaker vecchio stampo. Ha grande esperienza ed è un veterano del nostro campionato ed oltre alle caratteristiche tecniche siamo convinti possa fornirci anche quelle doti di leadership e presenza all'interno della squadra che sono sempre componenti molto importanti. Ha grande voglia di misurarsi con la piazza di Rieti, la nostra tifoseria ed il PalaSojourner». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma