Lavoratrice licenziata per motivi di salute, il tribunale di Rieti ne sancisce la reintegrazione

Lavoratrice licenziata per motivi di salute, il tribunale di Rieti ne sancisce la reintegrazione
2 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Marzo 2021, 15:35

RIETI - La Cdlt Rieti Roma Est Valle Aniene esprime «grande soddisfazione per la sentenza pronunciata dal Tribunale di Rieti che sancisce la reintegra immediata di una lavoratrice sul luogo di lavoro, licenziata da Amazon Italia, per motivi di salute».

«La lavoratrice aveva impugnato dapprima presso la Asl di Rieti il giudizio del medico competente della Società, che la rendeva inidonea alla mansione, incassandone una modificazione sostanziale che riabilitava di fatto la lavoratrice, seppur con prescrizioni sul luogo di lavoro. Amazon per tutta risposta la licenzia in tronco».

«Oggi la sentenza espressa dal Tribunale di Rieti fa chiarezza, affermando la nullità del licenziamento poiché ritenuto discriminatorio e fa anche giustizia nei confronti della lavoratrice e nei confronti di tutte quelle lavoratrici che subiscono discriminazioni e forme di ricatto per poter lavorare».

«Una sentenza che arriva oggi, 8 marzo giornata internazionale della Donna».

© RIPRODUZIONE RISERVATA