Truffa ai malati, concessi gli arresti
domiciliari a De Silvestri e Grasso

Venerdì 7 Ottobre 2016
Il  giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Terni, Simona Tordelli, ha concesso questa mattina gli arresti domiciliari all'avvocato Fabrizio De Silvestri e alla fisioterapista reatina Annalisa Grasso, arrestati con altre quattro persone nell'ambito di un'inchiesta condotta dalle squadre mobili di Terni e Rieti, denominata Seven To Stand e coordinata dalla procura umbra, su una presunta truffa compiuta ai danni di persone affette da patologie degenerative alle quali sarebbe stato venduto un farmaco non brevettato e ritenuto inidoneo per le cure.

Il gip ha accolto l'istanza presentata dagli avvocati difensori Pietro e Italo Carotti, ravvisando in via principale, per il De Silvestri, la sua condizione di salute di malato di sclerosi, suscettibile di peggioramento in caso di mantenimento del regime carcerario, mentre per la Grasso, pur restando invariato il quadro indiziario, è stato riconosciuto un ruolo di subalternità e secondario nell'associazione ipotizzata dai magistrati.

Nei giorni scorsi, subito dopo l'interrogatorio di garanzia, aveva ottenuto gli arresti domiciliari anche il farmacista Giovanni Petrini il quale ha respinto ogni accusa di coinvolgimento nella truffa  
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La realtà virtuale dei grillini e i problemi (reali) della città

di Simone Canettieri