Rieti, Imu e Tasi: oggi la scadenza
per 40mila proprietari nel Reatino

Imposte
2 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Dicembre 2017, 11:51

RIETI - Una scadenza poco attesa a pochi giorni da Natale. Oggi, lunedì 18 dicembre, è l'ultimo giorno utile per circa quarantamila (stima) proprietari di seconde case o ville nel Reatino, per il versamento del saldo di Tasi e Imu per l'anno in corso. Un esborso con diverse variabili, in linea con le quote dello scorso anno. Per chi non si fosse rivolto a un Caf non è semplice districarsi nella giungla di aliquote, agevolazioni, esenzioni. La Uil nazionale, nel corso del 2017, aveva stimato, per Rieti, una spesa media, per la rata, di 505 euro, in linea con il 2016, ma ogni calcolo è determinato da rendite catastali e aliquote applicate dal singolo Comune. Le somme diventano sostanzialmente raddoppiate considerando anche l'acconto versato a giugno: per il Reatino la stima media annuale complessiva elaborata dalla Uil è appunto di 1.010 euro per l'intero anno in corso.

I NUMERI
Sono 123.407 le case totali presenti nella provincia reatina, di cui il 51,80 per cento abitazioni principali. Nel caso di Rieti, l'aliquota complessiva è dell'11,4 per mille: una quota che si ottiene sommando, per le seconde abitazioni, l'8,9 per mille dell'Imu al 2,5 per mille della Tasi. Per le prime case di lusso, si somma l'aliquota del 4,3 per mille dell'Imu al 2,5 per mille della Tasi per un globale 6,8 per mille. L'esborso, a parità di condizioni, dovrebbe essere più elevato nel Capoluogo e in Bassa Sabina, più contenuto nel Cicolano e in altre zone del Reatino a ridosso dell'Appennino. Il versamento è possibile con il modello F24 allo sportello postale o bancario o con il bollettino postale. La Tasi è stata abolita da oltre un anno sulla prima abitazione, con una eccezione: si continua a versare per le dimore considerate di lusso (tra queste, ad esempio, le ville oltre un determinato valore), accatastate come A1, A8 e A9. Per questa categoria, l'elaborazione della Uil nazionale per il Reatino indica un esborso medio di 1.125 euro (Imu/Tasi) a rata, che raddoppia complessivamente a 2.250 euro nel totale annuo. Le imposte si applicano per tutti gli altri immobili, pur con agevolazioni e detrazioni. Si continua a pagare per le pertinenze (esterne alla prima casa), vale a dire per cantine e garage: l'indagine della Uil, per un combinato di garage e cantina, a Rieti, indica in 39-78 euro l'esborso medio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA