Rieti, Giugno Antoniano: processione del 3 luglio da piazza Mazzini

Processione per Sant'Antonio
di Emanuele Laurenzi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 12 Maggio 2022, 00:10

RIETI - Un giugno antoniano che finirà a luglio. È la novità del 2022, con la Diocesi di Rieti che ieri ha ufficializzato la notizia che era stata anticipata da Il Messaggero: la storica e tradizionale processione di Sant’Antonio si svolgerà il 3 luglio. Una settimana oltre il consolidato calendario delle celebrazioni per il Santo di Padova, che prevedeva la processione dei ceri nell’ultima domenica di giugno, ovvero il 26. La concentrazione di altri eventi in quella giornata, a partire dal possibile turno di ballottaggio, ha portato la Pia Unione e la Diocesi di Rieti a prendere la scelta di cambiare il programma.

Nuovo calendario. Una decisione presa con oltre un mese e mezzo di anticipo e, soprattutto, quasi 30 giorni prima delle elezioni. Inizialmente si sarebbe pensato di attendere l’esito del primo turno delle Amministrative e decidere di conseguenza. In caso di conferma del ballottaggio, però, sarebbe stato necessario modificare date ed eventi collaterali in meno di due settimane, tempo insufficiente per il programma civile. Il calendario è in definizione e, per questo, ieri è stato annunciato che ci sarà una conferenza stampa il 1° giugno, quando la Pia Unione e il vescovo Domenico Pompili presenteranno il Giugno Antoniano. La manifestazione religiosa si svolgerà dal 12 giugno al 4 luglio e sarà anticipata dall’apertura, il 5 giugno, della mostra, a cura di suor Maria Gloria Riva, “La voce e il miracolo, espressioni del contemporaneo”, nel salone del Palazzo Papale per l’intera durata dei festeggiamenti. Dopo due anni di restrizioni a causa del Covid, con l’annullamento della processione nel 2020 e nel 2021, si cercherà di riprendere tutto secondo le storiche tradizioni. Cambieranno, però, le location legate ai festeggiamenti, con la Basilica di Sant’Agostino che diventa centrale in tutto il Giugno Antoniano. Vista l’inagibilità della Chiesa di San Francesco, come già accaduto negli ultimi anni, tutte le celebrazioni saranno spostate proprio a Sant’Agostino (che ospiterà, il 3 luglio, anche il pontificale officiato dal cardinale Gianfranco Ravasi) e da lì partirà anche la processione dei ceri. In occasione della conferenza stampa del 1° giugno, dovrebbe essere comunicato anche il nuovo percorso che, con molta probabilità, ricalcherà fedelmente quello tradizionale, ma con apertura e chiusura in piazza Mazzini. Nella nota diffusa ieri, la Pia Unione ha ringraziato quanti hanno reso possibile la continuità della manifestazione negli ultimi anni, in particolare Fondazione Varrone, Regione Lazio, Provincia e Comune di Rieti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA