Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rieti, gli avvocati penalisti raccolgono
firme al centro commerciale Perseo
per separare le carriere dei giudici

Rieti, gli avvocati penalisti raccolgono firme al centro commerciale Perseo per separare le carriere dei giudici
2 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Giugno 2017, 15:02

RIETI - Continuerà anche in città la raccolta firme promossa dai penalisti italiani per una battaglia fondamentale per i diritti dei cittadini nell'ottica di vedere applicato il dettato costituzionale previsto dall'articolo 111, ovvero garantire un giudice terzo ed indipendente è il fine per applicare il principio costituzionale del giusto processo.

La Camera penale di rieti, in una nota, fa quindi sapere  di aderire all'iniziativa promossa a livello nazionale dall'Unione delle Camere penali Italiane che ha presentato una proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare per la «separazione delle carriere di giudici e pubblici ministeri».

Dopo le astensioni e le iniziative condotte in tutta Italia nel mese di marzo, aprile, maggio e giugno 2017 contro la riforma del «giusto processo» gli avvocati penalisti tornano di nuovo a mobilitarsi per dare battaglia su un tema fondamentale per il mondo della giustizia che è quello della separazione delle carriere nella magistratura

Domani, 16 giugno 2017 dalle 9 alle ore 13 verrà allestito a Rieti un banchetto antistante il Centro vommerciale Perseo , Via Fundania  2.

«Il sistema processuale attuale non garantisce tale fondamentale principio», si legge ancora nella nota degli avvocati penalisti di Rieti. «Il nostro obiettivo è quello di raccogliere le 50 mila adesioni in tutta Italia coinvolgendo i cittadini per garantire un giusto equilibrio al nostro sistema giudiziario concedendo a tutte e due le parti del processo ( accusa e difesa) le stesse opportunità nel dimostrare le loro tesi .

La raccolta firme proseguirà anche nei prossimi mesi sarà nostra cura comunicare le nuove date».

© RIPRODUZIONE RISERVATA