D'Onofrio (Fondazione Varrone): «Bene il tavolo con la città per l'Università a Rieti: era quello che chiedevamo»

Antonio D'Onofrio
2 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Giugno 2021, 19:30

RIETI - «Accolgo con soddisfazione la decisione del sindaco Antonio Cicchetti di convocare un incontro con i parlamentari e gli assessori e consiglieri regionali per porre con forza il tema di Rieti sede distaccata dell’Università, con corsi accademici non a pagamento, come accade in altre province del Lazio: è esattamente quello che avevo chiesto nella conferenza stampa di lunedì», dichiara il presidente della Fondazione Varrone Antonio D’Onofrio.

«Al netto di spiacevoli polemiche, il dibattito di questi giorni ha avuto il merito di portare all’attenzione anche dell’opinione pubblica le situazioni e le difficoltà su cui i soci del polo universitario discutevano da anni. Un dibattito che infine ci vede allineati sulle stesse conclusioni e precisamente la necessità di rimettere in linea il consorzio razionalizzando le spese e onorando le quote societarie e al contempo rafforzare l’offerta formativa verso il territorio, perché Rieti ha bisogno (e merita) una Università vera».

«Questa d’altronde è da sempre la linea della Fondazione Varrone ma diversamente dal passato ora le condizioni perché questo accada ci sono, grazie ai fondi del governo e della Regione e alla volontà dei soci – ribadita da ultimo da Asl, Asi e Ordine degli Ingegneri – di superare suggestioni politiche e personalistiche per lavorare al consolidamento dell’esperienza universitaria reatina. Se per fare questo serviranno risorse aggiuntive, la Fondazione, ancora una volta, non farà mancare il suo apporto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA