Il Festival della Montagna si chiude col concerto di Fabrizio Bosso

Fabrizio Bosso
3 Minuti di Lettura
Sabato 11 Settembre 2021, 15:50

RIETI - La Fondazione Flavio Vespasiano annuncia l’ultimo concerto del Festival Arte ai piedi della montagna 2021 che si terrà il 18 settembre (non il 19 come precedentemente annunciato) al Teatro Flavio Vespasiano alle 18. Un’iniziativa estiva, il Festival della Montagna, che propone musica nei più bei luoghi di Rieti, città ai piedi del Terminillo, e accoglie il grande pubblico estivo con musica di qualità ad ingresso libero. Un evento straordinario, offerto al pubblico reatino ad ingresso libero grazie al finanziamento del Ministero della Cultura e della Regione Lazio.

Dopo i concerti di luglio, che si sono svolti nella cornice suggestiva dell’Orto Botanico, del portico del Palazzo Papale e della Chiesa di San Giorgio, e che hanno visto giovani talentuosi artisti cimentarsi nel repertorio classico (la fisarmonicista Sara Moretti, il flautista Valerio Iannini e il pianista Giovanni Cardilli, Il Quintetto di fiati Ellet) la chiusura è affidata ad un fuoriclasse affermato come il trombettista Fabrizio Bosso che insieme alla Jazz Big Band del Conservatorio dell’Aquila diretta da Massimiliano Caporale proporrà una serata di grande musica.

Fabrizio Bosso, proveniente da una formazione classica, dopo il diploma in tromba a 15 anni al Conservatorio di Torino, ha completato i suoi studi al St. Mary's College di Washington. Nel corso della sua carriera ha avuto numerose collaborazioni con artisti quali Claudio Baglioni, Paolo Fresu, Bruno Lauzi, Sergio Cammariere e molti altri artisti di livello internazionale. È costante la sua presenza all' Umbria Jazz Festival di Perugia, ha partecipato al Festival di Sanremo diverse volte e ha un’attività internazionale rilevante. Oltre a prendere parte a popolari trasmissioni televisive, Fabrizio Bosso ha inciso tra l’altro con la London Symphony Orchestra un tributo a Nino Rota. Innumerevoli i suoi ultimi impegni, tra cui questo concerto al Teatro Flavio Vespasiano, incastonato in una fitta serie di date.

La Big Band del Conservatorio di Musica “Casella” dell’Aquila, diretta da Massimiliano Caporale si compone di strumenti a fiato, di una sezione ritmica e di cantanti. Le esibizioni sono state particolarmente apprezzate dal pubblico e dalla critica per la qualità esecutiva, la determinazione e l'entusiasmo degli esecutori (Festa della Musica all’Aquila, Il Jazz Italiano a L'Aquila, Spring Jazz Festival di Avezzano, International, Jazz Day di Firenze, Jazz per Amatrice 2016 con Maurizio Giammarco, concerto nella stagione concertistica 2018 dell’I.S.A. con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese sul repertorio sinfonico di Duke Ellington con Bepi D’Amato e Mike Applebaum, Scanno 2018 “Omaggio a Henry Mancini”, Teatro di Offida, con i Solisti Aquilani dicembre 2019, Piazza di Siena 2019 Roma ecc.). L'orchestra ha inoltre partecipato a riprese radiotelevisive con Rai 5, Rai Isoradio e Rai Radio 3.

Il Concerto, come gli altri del Festival della Montagna, sarà ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Il Festival Arte ai piedi della montagna 2021 è finanziato dal Ministero della Cultura e dalla Regione Lazio, nell’ambito dell’accordo di programma tra Ministero e Regione per i progetti di attività culturali nei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi dal 24 agosto 2016. La rassegna è collegata alla rivalutazione del tessuto socio-culturale, in particolare dei centri storici, a seguito dei danni causati dal sisma nel Centro Italia; da qui la scelta di luoghi simbolo della città di Rieti.

PRENOTAZIONI: 328/5361915 (telefono e messaggi Whatsapp)

da lunedì 13 settembre, ore 10-13 e 16-19 (fino a esaurimento posti)

L’accesso in teatro sarà consentito solo previa prenotazione e esibizione del Green Pass

Info: www.reatefestival.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA