Fara Sabina, Tornarino: trecento posti nel centro commerciale

Il futuro Tornarino
di Raffaella Di Claudio
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Giugno 2021, 19:01

RIETI - Trecento posti di lavoro e 11mila metri quadrati di medie strutture di vendita con marchi nazionali e internazionali che apriranno entro giugno 2022. Ecco come sarà Tornarino. Partito definitivamente nel 2016 su iniziativa di una società costituita da due imprenditori sabini, dopo 5 anni, il primo parco commerciale di Fara Sabina si candida a diventare il nuovo motore dell’economia di Fara Sabina e dintorni. Da un lato c’è Amazon, che proprio in questi giorni ha annunciato nuove assunzioni, dall’altro sempre a Passo Corese, oggi si concretizza un’operazione completamente made in Sabina, che impianterà in provincia di Rieti un’offerta commerciale a oggi fruibile solo nei comuni dell’area metropolitana.

Il parco
Il Tornarino si articola su 4 immobili nei quali arriveranno insegne molto note, cui si aggiunge uno dei marchi più attesi: ovvero McDonald’s Italia. La catena di fast food arriva a Passo Corese dove ha deciso di acquistare il quinto immobile, che insieme agli altri quattro edifici occupa una superficie complessiva di 11mila metri quadrati. Come noto, accanto a McDonald’s ci saranno anche Conad, società cooperativa attiva nella grande distribuzione organizzata che si estenderà su 3.200 metri quadrati e il gruppo specializzato in prodotti di elettronica Euronics. Confermata la presenza di Tigotà, media struttura di vendita nella cosmesi, prodotti per la cura personale e per la pulizia della casa. La novità è rappresentata, invece, da Terranova, marchio di moda italiano specializzato nella linea giovane e urban low cost, Isola dei Tesori, catena che vende alimentazione, accessori e prodotti per la cura degli animali e, ancora, abbigliamento con Fashion due sport. Trattative in corso, invece, per il settore bar e ristorazione, dove ci sono molti imprenditori in lizza per occupare gli ultimi locali rimasti liberi, al fine di completare l’offerta ristorativa. Tuttavia non è nemmeno esclusa la gestione diretta da parte della proprietà di Tornarino che, intanto, in questi giorni sta completando le pratiche burocratiche nel comune di Fara Sabina. Ma i tempi di realizzazione si annunciano rapidi. Insomma, eliminato pure lo scoglio della viabilità, grazie alla realizzazione della rotatoria che consente di accedere all’interno del parco commerciale direttamente dalla Salaria, non resta che mettere in moto ruspe e scavatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA