Fara Sabina, il Pd esce dal gruppo “FaraMerita” e dal Consiglio comunale

Alessandro Spaziani
di Raffaella Di Claudio
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 15 Dicembre 2021, 00:10

RIETI - Il Partito democratico di Fara Sabina esce da FaraMerita e dal consiglio comunale. La crisi, scaturita dalla decisione della consigliera democratica Lara Scipioni di sostenere alle elezioni provinciali il capogruppo di FaraMerita e iscritto di Articolo 1, Vincenzo Mazzeo, si è consumata in pochi giorni e a concluderla, con la volontà di chiudere un capitolo e aprirne è un altro, è proprio il Pd. Via il dente, via il dolore, con una mano, e con l’altra parare il contraccolpo che, a causa delle spaccature che affliggono da decenni il centrosinistra farense, inevitabilmente si abbatterà sul partito. È il segretario farense Alessandro Spaziani a ufficializzare la posizione dell’intero direttivo, ripercorrendo un anno e mezzo di "opposizione puntuale e presenza sul territorio, mettendo al primo posto la collettività e rifuggendo dai personalismi”.

Le tappe

Fino a maturare la convinzione di “come non basti più lavorare alla riunificazione di pezzi di un vecchio schieramento di centrosinistra, ma sia necessario fare un passo in avanti che permetta di rifondarlo”. Il futuro della nuova dirigenza del Pd non fa dunque più rima con FaraMerita. “Riteniamo conclusa l’esperienza del circolo nel gruppo consiliare – conferma Spaziani – e crediamo sia necessario costruire uno spazio politico di centrosinistra che sappia riunire tutte le forze migliori del territorio”. La presa di coscienza è stata stimolata dalla rottura profonda venutasi a creare con la consigliera Scipioni (attualmente tesserata ma di fatto non più riconosciuta come rappresentante dal partito) in vista delle Provinciali in cui il circolo puntava a sostenere i candidati dem. “Un’indicazione politica chiara - spiega il segretario -, espressione spontanea di un intero circolo, che, però, non è stata condivisa da chi dovrebbe realizzarla con il proprio voto. La decisione della consigliera Scipioni, legittima ma non condivisibile, di non sostenere le donne e gli uomini del Pd ci ha spinto a ripensare il nostro rapporto e il ruolo per il futuro. Abbiamo il dovere di riaffermare che, per noi, l’unico obiettivo è costruire una proposta alternativa e migliore di quella di chi amministra oggi Fara. Lavoreremo in questa direzione, non deviando da essa per assecondare percorsi politici personali ed equilibrismi strategici. È necessario prendere le distanze da questo modo di fare politica e aprirsi a tutte le nuove esperienze che vogliano accompagnarci nel nostro percorso rinnovatore. Collaboreremo – conclude Spaziani - con chi vorrà e continueremo a fare la nostra opposizione fuori dal consiglio comunale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA