Il Fara Music Festival torna e lo fa “Finalmente Live”

Il Fara Music Festival torna e lo fa “Finalmente Live”
di samuele annibaldi
3 Minuti di Lettura
Domenica 25 Luglio 2021, 15:57

RIETI - Il Fara Music Festival torna e lo fa “Finalmente Live”. Novità della XV Edizione sarà la nuova sede del Festival, collocata presso lo splendido Parco Cremonesi, all’interno dell’Abbazia di Farfa.  La Rassegna andrà avanti fino al 1° agosto. Domani, il 27 e il 28 luglio presso il Giardino del Teatro Potlach, in Via Santa Maria in Castello 28 a Fara In Sabina, si terranno tre concerti pomeridiani alle ore 19.00: Ergio Valente Trio feat. Marisa Petraglia, Stefano Maimone Quartet, Sara Simionato Quartet. A chiudere il cartellone della XV edizione, alcune formazioni della nuova Generazione Jazz che si esibiranno in apertura dei concerti in programma e presso il Borgo di Fara in Sabina. Si alterneranno Il Gioco, D’Amico Da Ros Duo, Rog3, Simone Basile, Giuseppe Cistola, Karabà, Jakub Paulsky Trio.

Tutti i Biglietti sono in vendita attraverso il circuito Viva Ticket. Si potranno acquistare i biglietti anche la sera dei concerti, se ancora disponibili.

La rassegna

La Rassegna ideata e prodotta dall’Associazione Fara Music, con la direzione artistica di Enrico Moccia, è sostenuta dalla Regione Lazio con il Fondo Unico 2021 sullo Spettacolo dal Vivo, e si avvale del sostegno della Fondazione Varrone. 

Il Fara Music Festival è realizzato in collaborazione con l’Abbazia di Farfa, con la Fondazione “Istituto Filippo Cremonesi” e con il patrocinio del Comune di Fara In Sabina. Il Festival è stato interamente progettato per essere sostenibile in questa inedita fase dello spettacolo dal vivo. Seguendo le normative vigenti sarà possibile fruire dei 20 concerti in programmazione nelle 10 serate.  

L'evento 

Domani sera, inoltre, a  Parco Cremonesi presso l’ Abbazia di Farfa alle 21.30  il contrabbassista Stefano Battaglia nel suo “Standards Quartet” (nella foto) ha riunito alcuni tra i più interessanti e stimati jazzisti della scena europea: il batterista Marco Valeri (George Garzone, Francesco Cafiso, Enrico Pieranunzi), il sassofonista Marcello Allulli (Roberto Gatto, Maria Pia De Vito, Kenny Wheeler), Cosimo Boni (Jason Palmer, Danilo Perez, Joe Lovano, John Patitucci). Il Quartetto ha da poco realizzato un progetto discografico per la Emme Record Label intitolato “The Best Things in Life are Free”, tributo alla tradizione americana del Free Jazz. Stefano Battaglia Standards Quartet è un omaggio ai grandi spiriti di Ornette Coleman e Paul Motian, che hanno aperto la strada a questo genere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA