Rieti, la chiesa di San Paolo
a Poggio Mirteto
"luogo del cuore" Fai

Sabato 16 Maggio 2020 di Samuele Annibaldi
La chiesa di San Paolo a Pobgio Mirteto

RIETI - Uno scrigno di storia arte e cultura da valorizzare e preservare la chiesa di San Paolo a Poggio Mirteto (nella foto l'interno). Intorno all’anno mille una cappella rurale trasformata in romitorio abitata da monaci eremiti. Poi, nella seconda metà del XIII secolo l'edificio fu ampliato, nei secoli furono aggiunte le cappelle e abbellito con affreschi. San Paolo è il più antico degli edifici religiosi della zona e per secoli ha svolto la funzione di chiesa cimiteriale e rappresenta un importante tassello nell'individuazione del percorso che il movimento penitenziale dei Bianchi fece nella sua marcia di avvicinamento a Roma in occasione del Giubileo del 1400 con Poggio Mirteto che fu l'ultima tappa prima del raggiungimento della meta.
 
 
La candidatura del Fai a luogo del cuore
 
Oggi questo gioiello incastonato nel cuore della Sabina è candidato a Luogo del Cuore dal Fai.  
«La chiesa di San Paolo a Poggio Mirteto - spiegano i promoter della candidatura - è già per molti un luogo del cuore, almeno per i tanti che nel corso degli anni vi si sono sposati. Quest’anno lo sarà per molte più persone: la chiesa partecipa infatti al decimo censimento nazionale del Fai intitolato appunto «I luoghi del cuore». Una candidatura che il Gruppo Fai della Sabina sostiene con convinzione».
 
Lanciato per la prima volta nel 2003, questo censimento, che è il più importante progetto italiano di sensibilizzazione sul valore del patrimonio artistico e naturalistico, ha raccolto nelle nove edizioni che si sono succedute fino al 2018 oltre sette milioni di voti (oltre due milioni solo nell’edizione del 2018).
 
La chiesa di San Paolo è un edificio di piccole dimensioni, a navata unica, con la facciata a capanna e un campaniletto con bifore. L’esterno ha un suo fascino ma la sua semplicità non lascia presagire la bellezza e la complessità dell'interno, che era completamente affrescato e della cui decorazione restano ampie testimonianze che vanno dal XIV al XVI secolo, con grande varietà di temi e stili. 

Gli affreschi all’interno

La chiesa nasce prima di Poggio Mirteto. All'inizio si trattava di una cappella rurale trasformata poi in romitorio.  
Sia la parete destra che la sinistra conservano diverse immagini di Santi a cui era devota la comunità locale, immagini più che altro devozionali, toccanti nella loro semplicità. 
Gli affreschi più interessanti però sono altri. A partire da quelli della controfacciata, che custodisce le pitture più antiche  della chiesa, coeve alla sua costruzione  e di alta qualità pittorica. Tra esse, una Annunciazione, una Deposizione del Cristo di probabile scuola giottesca e L'incontro dei Vivi e dei Morti, tema iconografico di grande fortuna nel XIII-XIV secolo. In quest’ultimo affresco c’è anche una scritta in caratteri gotici che costituisce un documento di grande valore linguistico poiché la lingua adoperata è il volgare sabino. 
La chiesa di San Paolo a Poggio Mirteto rappresenta l’ultima tappa del percorso dei Bianchi  nella sua marcia di avvicinamento a Roma  per il Giubileo del 1400. Gli affreschi legati al movimento  dei Bianchi si trovano nella parete sinistra  e riguardano il Miracolo dei tre pani e quello della Madonna dell’Oliva. 
L’arco trionfale  e l’abside sono coperti anch’essi di affreschi dei quali è stato possibile  individuare gli autori nei fratelli Torresani (artisti veronesi nati verso la fine del XV secolo e attivi in Umbria, in Sabina e a Rieti) e stabilire la datazione nell’anno 1521. In alto campeggia l’Incoronazione di Maria, circondata da un coro di angeli musicanti, prima opera di Lorenzo Torresani. La parte inferiore dell'abside è invece affrescata con la Conversione di Saulo.
 
 
Come si vota
 
Votare è semplicissimo. Non occorre essere iscritti o iscriversi al Fai. Basta andare sul sito dell’iniziativa e seguire le istruzioni. Se poi, una volta sul sito, si sceglie l’opzione di votare attraverso Facebook, l’operazione è ancora più facile. Non si può votare più di una volta lo stesso sito ma si possono votare più siti, senza limiti di numero
Ecco il link per votare San Paolo: https://www.fondoambiente.it/luoghi/chiesa-di-san-paolo-poggio-mirteto?ldc
 
 
 
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani