Delusione Kienergia, Cattani: «Inseriremo il miglior giocatore che troviamo sul mercato». Martedì la Fip su Pepper. Foto

Delusione Kienergia, Cattani: «Inseriremo il miglior giocatore che troviamo sul mercato». Martedì la Fip su Pepper. Foto
di Emanuele Laurenzi
4 Minuti di Lettura
Domenica 24 Gennaio 2021, 21:51 - Ultimo aggiornamento: 21:53

RIETI - «Una partita bella e avvincente se vista dall’esterno, una sconfitta pesantissima per chi la vive dall’interno»: la sintetizza così Giuseppe Cattani. Una frase che racchiude tutto il bello e il brutto di una serata difficile da digerire. Ravenna passa all’overtime contro la sua Kienergia Rieti, riaprendo uno stato di crisi che sembrava abbandonato.

 

«Se avessimo vinto – dice Cattani - non avremmo rubato niente e Ravenna, dal lato suo, è stata brava per quello che ha saputo fare. Guardando a noi, quello che si era sbiadito delle nostre problematiche con Scafati e Napoli è riapparso in maniera pesante stasera. Non è cambiato il nostro obiettivo: andiamo avanti e cercheremo di sistemarla».

Dopo la sirena finale il presidente è stato oltre un’ora a colloquio con lo staff tecnico: si guarda al mercato e le soluzioni potrebbero arrivare già domani. La Npc è riuscita a chiedere l’anticipo della discussione del caso Pepper al 26 gennaio. «Martedì avremo il verdetto sul tesseramento di Pepper – spiega il presidente - e se la spunteremo sulla Federazione avremo un mare di giocatori da poter scegliere. In caso contrario, avremo poche scelte, ma le avremo. Aspettiamo e valutiamo. E’ chiaro un aspetto: dobbiamo inserire il miglior giocatore che troviamo sul mercato: non è importante il ruolo, ma la caratura, che ci dia sostanza in difesa e in attacco. Abbiamo vinto due gare super dimostrando che ce la possiamo giocare con tutti. Questi sono campionato che non si vincono solo con la tecnica, ma con le famose “3 C” che a volte latitano. Questa è la realtà. Dispiace perché vincendo stasera si faceva un grande passo avanti, invece con questa sconfitta abbiamo un 2-0 negli scontri diretti che potrebbe essere pesante».

Il discorso di Cattani mette tutti in discussione: qualunque sia il verdetto della Fip, non è più scontato che il taglio sia Pepper. Anche Taylor dopo l’opaca prestazione difensiva di ieri potrebbe essere a rischio e la stessa posizione degli italiani è in bilico. «Tutti sono in discussione – taglia corto il presidente – anche se è chiaro che ci dobbiamo muovere entro i limiti regolamentari. Ovviamente cercheremo di risolvere tutto tutti insieme, come sempre abbiamo fatto in questi anni».

Anche il coach Alessandro Rossi non nasconde la sua amarezza e spiega: «Sono mancate troppe cose e questa squadra ancora non ha capito qual è il suo campionato. Non possiamo tornare a giocare in casa e prendere 84 punti: abbiamo fatto un passo indietro rispetto ad una settimana fa. Sono molto dispiaciuto e arrabbiato, probabilmente è una responsabilità mia e dello staff tecnico ma ora speriamo che questa sconfitta ci indichi la via da seguire: abbiamo due partite difficilissime che ci aspettano».

A mancare è stata soprattutto la fase difensiva, con un Taylor decisamente deficitario, lasciato in panca in una delle fasi decisive nel finale di gara. «Taylor si siede se non difende – taglia secco Rossi - perché si deve sacrificare. Non è un problema personale, ma tecnico. Se siamo in una fase di rimonta, non si può fermare. All’overtime abbiamo fatto scelte sbagliate nei primi 3 possessi, ma il problema è stato tutto quello che è successo prima. Non sono riuscite determinate cose che con Napoli ci sono riuscite. Speriamo che questa sconfitta ci indichi la via, perché siamo troppo discontinui».

© RIPRODUZIONE RISERVATA