Rieti, coronavirus: in Sabina arrivate
migliaia di mascherine e guanti

Martedì 7 Aprile 2020 di Samuele Annibaldi
Municipio

RIETI - Coronavirus. Numeri importanti in bassa Sabina per quel che riguarda i dispositivi di protezione individuale contro il contagio da Coronavirus, grazie ad una sinergia tra enti locali e Regione.
Dopo le mascherine che 10 giorni or sono erano state distribuite dal Dipartimento di Protezione civile in un numero però esiguo rispetto al reale fabbisogno dei vari Comuni, questa mattina dalla Regione è arrivata una prima importante svolta a livello di maschere e a giorni  è attesa un’altra massiccia fornitura da parte della IV Comunità montana Sabina. 

I numeri
Questa mattina  sono state consegnate ai Comuni della Bassa Sabina dai volontari di Protezione civile intercomunale, circa 7 mila mascherine tra quelle di tipo chirurgico  della Regione Lazio e quelle modello  Montrasio del Dipartimento Nazionale e 15 mila paia di guanti monouso acquistati dalla Comunità Montana Sabina. Inoltre sono in arrivo sempre dalla Comunità montana ulteriori 10 mila  mascherine chirurgiche e altri 5 mila paia di guanti. Ad annunciarlo il commissario dell’ente montano sabino Stefano Petrocchi il quale ricorda che “con le 10 mila mascherine che stanno per arrivare, sommate a quelle della Regione Lazio e modello del dipartimento, abbiamo coperto oltre il 100 per cento della popolazione dei 12 Comuni  della Comunità montana Sabina”.

Sinergia e collaborazione tra enti
Il commissario Petrocchi sottolinea anche di come la sinergia e il gioco di squadra tra enti funziona come è stato in questo caso.
“C'è stato un ottimo coordinamento tra Comunità montana, sindaci che ringrazio così come la Regione Lazio nella persona del consigliere  Fabio Refrigeri con il quale ci siamo confrontati spesso e con i nostri volontari della Protezione civile che non smetterò mai di ringraziare. Sono stati loro questa mattina a fare il giro per tutti Comuni ed occuparsi delle consegne (nella foto l'arrivo della Protezione civile presso il Comune di Poggio Mirteto). E questo è un segnale di come le cose fatte con un comune intento e serietà portano a risultati importanti per i bisogni dei cittadini. Sono certo che questo metodo continuerà a portare frutti. Abbiamo pochi mezzi a disposizione ma dobbiamo disporne il meglio possibile per i nostri cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani