CORONAVIRUS

Coronavirus, inaugurato in bassa Sabina il primo drive in per i tamponi: prime auto in fila

Martedì 20 Ottobre 2020 di Samuele Annibaldi

RIETI - Inaugurato questa mattina il drive in per i tamponi naso-faringei molecolari per il Covid-19. Si tratta del primo presidio in Bassa Sabina che si alternerà con quello di Passo Corese dove poter eseguire i test. L’annuncio era stato dato dalla Asl alcuni giorni fa e questa mattina l’unità mobile ha preso posizione in località Capacqua a Poggio Mirteto Scalo ed iniziato a eseguire i tamponi.

 

Prime auto in fila

Una trentina le auto in fila con la gente che era stata preventivamente avvisata. Ad accogliere il mezzo c’erano il sindaco di Poggio Mirteto Giancarlo Micarelli e il consigliere regionale Fabio Refrigeri. «La richiesta di partire  con gli screening – spiega Refrigeri- era arrivata diretta dalla Regione che sta intensificando i test di rilevamento del Coronavirus su tutto il territorio provincia. E’ importante per un territorio come la Sabina avere presidi che permetteranno di decongestionare Rieti e soprattutto rendere fruibile e vicini questi drive in raggiungibili da una serie di paesi vicini in pochi minuti questi centri che accelereranno le operazioni. E su questo vorrei fare un plauso alla Asl Reatina che pure nel momento di grande difficoltà che l’intera Nazione sta vivendo, nessun territorio escluso, per questa situazione, si sta muovendo egregiamente dando risposte in tempi rapidi  e mostrando tempestiva presenza davanti l’emergenza».

 

Il sindaco

Fanno eco alle parole di Fabio Refrigeri quelle del sindaco mirtense Giancarlo Micarelli il quale ringrazia la Asl e sottolinea l’importanza di avere su un territorio come quello di Poggio Mirteto, baricentrico in Sabina, presidi per effettuare i tamponi. «Abbiamo messo a disposizione  quanto occorreva per allestire l’area collaborando fin da subito con la Asl che ringrazio- ha detto Micarelli- è importante quello che si sta facendo come risposta alle esigenze della popolazione in un momento delicato dove non va abbassata la guardia e che anzi, deve vedere moltiplicarsi sforzi e senso di responsabilità in questo  particolare difficile periodo».

 

La situazione

Il drive in si alternerà con Passo Corese che vedrà il presidio nella zona artigianale, tre volte la settimana mentre altre tre volte  sarà a Poggio Scalo. L’esigenza, specie nel secondo comune della provincia di Rieti, e a Poggio Mirteto era emersa con forza in concomitanza con la ripresa delle scuole e il proliferare di richieste, in concomitanza con l’insorgere dei primi stati influenzali. La vicinanza con il drive-in di Capena aveva fatto sì che molti sabini si riversassero nella postazione allestita dalla Asl romana. Causando attese chilometriche di svariate ore e disagi per i cittadini costretti a spostarsi fuori comune e fuori provincia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA