Rieti, ottavi Coppa Lazio Seconda:
Atl. Cantalice travologente
ipoteca la qualificazione.
Pesante sconfitta per Selci

Mercoledì 23 Ottobre 2019 di Raffaele Passaro
Atletico Cantalice
RIETI - Ottavi di finale d’andata agrodolci per le due reatine Atletico Cantalice e Selci: la prima vince nettamente tra le mura amiche contro la capitolina Olimpus Roma mentre la seconda esce sconfitta pesantemente dal campo della formazione viterbese Civita Castellana. L’Atletico, visto il punteggio, ha già un “mezzo piede” nei quarti di finale, mentre al Selci servirà una “remuntada” come quelle viste nelle notti di Champions League negli scorsi anni: tutto è perciò rimandato al 20 di novembre, giorno in cui si giocheranno le gare di ritorno. Andiamo ad analizzare entrambe le gare giocate.
 
Vittoria secca, importante, sulla carta decisiva per il passaggio del turno dell’Atletico Cantalice. 7-2 contro l’Olimpus, squadra che si è resa pericolosa accorciando nel primo tempo l’iniziale vantaggio di tre reti dei reatini. Subito dopo la gara si è messa bene per l’Atletico, fino al 7-2 finale. Il Direttore Sportivo della squadra, Pietropaolo Di Battista, ha così raccontato il match: «Abbiamo iniziato la gara con un buon approccio, andando in vantaggio nei primi minuti con Mattia Beccarini, prima di raddoppiare con Bernard, che al quarto d’ora sigla anche il 3-0. A causa di un blackout di 10’ abbiamo subìto il ritorno degli avversari, che si sono portati sul 3-2. Ci ha pensato, però, ancora Bernard a ristabilire le distanze, portandoci sul 4-2. Abbiamo dominato la ripresa, siglando anche il quinto, il sesto ed il settimo gol. Gara molto corretta. Onore ai nostri avversari, una squadra corretta e ben disposta in campo. Risultato molto soddisfacente per noi!».
 
Sconfitta pesante per il Selci, che trova dinanzi a se una squadra forte e ben preparata come la Civita Castellana, squadra viterbese che milita nel girone B di Seconda categoria. Primo tempo non giocato bene dal Selci, mentre più equilibrata la ripresa. In casa del club reatino, però, non tutto è perduto: c’è voglia di compiere l’impresa nella gara di ritorno. A proposito di questo e dell’andamento del match, è intervenuto il Direttore Sportivo della squadra della bassa Sabina, Tiziano Fioravanti, che così ha spiegato la partita: «Abbiamo incontrato una squadra forte, quadrata, con giocatori validi e d’esperienza, con attaccanti davvero davvero forti. Siamo andati in svantaggio già dopo 3’, per poi andare sotto 2-0 al 15’ e 3-0 al 20’, dove si è di fatto chiusa la partita. La ripresa è stata più equilibrata, con due palle-gol nitide non sfruttate da entrambe le squadre. Peccato per non aver conquistato un calcio di rigore netto che il direttore di gara non ci ha concesso, errore dell’arbitro sì ma può accadere, gli arbitri sbagliano come sbagliamo anche noi. Nei minuti finali abbiamo subìto il 4-0, in contropiede, visto che noi cercavamo almeno si siglare un gol. Sappiamo che la gara di ritorno sarà difficile, un’impresa quasi impossibile quella di ribaltare il risultato…però i ragazzi faranno di tutto, perché lavorano ogni settimana per ottenere i risultati. Ci proveremo!».
 
I RISULTATI
Atletico Cantalice-Olimpus Roma: 7-2 (M.Beccarini, 4 Bernard, Dini, M. Dante)
Civita Castellana-Selci: 4-0 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Ristoranti acchiappa-turisti: l’invasione dei microonde

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma