Rieti, a Poggio Mirteto scatta il countdown per la rassegna del cinema

Sabato 11 Luglio 2020 di Samuele Annibaldi

RIETI - Si comincia il 23 luglio con un omaggio ad Alberto Sordi e si chiude il 5 agosto con il film di Barry Jenkins, Se la strada potesse parlare. E’ la 29esima edizione della rassegna cinematografica di Poggio Mirteto che quest’anno vedrà 14 proiezioni cinematografiche e una serie di novità ad iniziare, nel rispetto delle norme Covid-19, dal distanziamento sociale. La manifestazione si svolgerà al Parco San Paolo. Ad annunciare date e cartellone della Rassegna il Comune di Poggio Mirteto col sindaco Giancarlo Micarelli e l’assessore alla Cultura Cristina Rinaldi.

La kermesse
«Data la particolare situazione vissuta nei mesi scorsi – spiega la Rinaldi in un post sulla pagina facebook  istituzionale del Comune mirtense- con l’ interruzione di tutte le attività compresi i set cinematografici siamo stati costretti ad annullare per quest’anno il Location Film Festival che vedeva premiati le location meglio rappresentate nei film, e non ci saranno i Mirti dedicati a Massimo Iaboni; “Nuovi Sguardi” della Roma e Lazio Film Commission, quello della Fondazione Telethon, e quello del pubblico che votava ogni sera. Purtroppo i film italiani hanno subito una grande penalizzazione. Nonostante tutto siamo riusciti a programmare una bella rassegna con film di qualità. Abbiamo avuto la necessità di inserire nel programma anche film stranieri di registi rilevanti come Woody Allen e Ken Loach. I film stranieri inseriti sono prodotti o distribuiti dalla Lucky Red, con la quale abbiamo avuto una importante collaborazione per questa edizione. Ci sarà una serata in omaggio ad Alberto Sordi e Federico Fellini, e le musiche del maestro Moricone risuoneranno nel Parco. Siamo riusciti a mantenere il Premio alla carriera , della Fondazione Varrone. Steve Della Casa e Claudio De Pasqualis, hanno contribuito con la collaborazione artistica».

Ultimo aggiornamento: 18:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA