Domani il Trofeo Città di Rieti,
ecco i protagonisti, le squadre
e il percorso per gli Elite U23

Sabato 15 Giugno 2019 di Andrea Scasciafratte
Andrea Cacciotti, vincitore nel 2018 (Foto Meloccaro)
RIETI - Andrea Cacciotti, Yuri Colonna, Filippo Fiorelli, Alessio Acco, Michele Corradini e Emanuele Pizzo: saranno loro i protagonisti più attesi al II Trofeo Città di Rieti-Trofeo Sant’Antonio, la corsa per élite under 23 che domani, domenica 16 giugno, a partire dalle 14, riporterà il grande ciclismo sulle strade della Sabina. Sulla linea di partenza di piazza Vittorio Emanuele II si ritroveranno in più di cento e c’è da scommettere che sarà una battaglia all’ultima pedalata. Con tre salite da scalare, tutte nel finale, non potrà essere altrimenti.

IL PERCORSO
Il percorso, lungo 140 chilometri, presenta qualche novità rispetto alla passata edizione. Partenza e arrivo della corsa rimangono nel cuore del centro storico. La parte iniziale della gara sarà caratterizzata da un circuito, da ripetere sei volte, disegnato all’interno della città e nella Piana Reatina: dopo un tratto ad andatura turistica, che porterà i corridori da piazza Vittorio Emanuele II all’ex Giorlandina, passando per via Pennina, via Varrone, piazza Oberdan, piazza Mazzini, via Canali, piazza Marconi, via Verani e viale Matteucci, la competizione entrerà nel vivo con l’anello, interamente pianeggiante, che toccherà via Velinia, via Criano, Chiesa Nuova, Madonna del Cuore, viale De Juliis, via Ricci, via Nenni, viale Morroni, viale Canali e piazza Marconi. La corsa uscirà poi dalla città attraverso via Dentato e, dopo aver attraversato Quattro Strade, imboccherà la strada regionale 79 Ternana. Le difficoltà altimetriche maggiori, decisive per selezionare i pretendenti alla vittoria, si avranno tutte nel finale: gli organizzatori della Rieti Ciclismo 2018 hanno inserito la salita di San Pietro di Poggio Bustone, poi i corridori affronteranno l’erta di Cantalice e, dopo la discesa verso Vazia, l'ultima asperità di giornata, l’ascesa a Castelfranco, prima di raggiungere il traguardo, posto in piazza Vittori.

L’ORGANIZZAZIONE
Nell’immediata vigilia della corsa, c'è soddisfazione in seno al comitato organizzatore presieduto da Sandro Vecchi: dopo la bella esperienza della passata stagione, è riuscito a riproporre un'importante gara di ciclismo a Rieti, valorizzando nel contempo anche il centro cittadino. «Abbiamo lavorato senza sosta per allestire un evento di alto livello, con la partecipazione delle migliori formazioni del panorama dilettantistico nazionale e la presenza di forti corridori italiani e stranieri – afferma il numero uno della Rieti Ciclismo 2018 –. Un lavoro d’equipe, che ha coinvolto istituzioni, federazione, sponsor e tanti volontari. Un motivo di interesse in più sarà rappresentato quest’anno l’abbinamento col Trofeo Sant'Antonio, un omaggio al Santo di Padova, dottore della Chiesa, che a Rieti può contare su tanti devoti e che, come tradizione, viene onorato da una grande festa religiosa e civile».

LE SQUADRE
Kometa Cycling Team, Casillo Maserati, Rep. Corse Pantani Cicli Falgiani, Asd Cattoli Andrea, Uc Pregnana Team Scout, Team Falgiani Marco Pantani, Calzaturieri Montegranaro - Marini Silvano, Pol. Tripetetolo Pitti Shoes, Team Fortebraccio, Gragnano Sporting Club, Futura Team Rosini, Vpm Porto Sant'Elpidio Monte Urano, Pro.Gi.T. Cycling Team, Uc Pistoiese, Gs Maltinti Lamp. Banca Cambiano, Regolo Team Erluison, Team Malmantile, Bevilacqua Sport Ferretti, Sestese Etruria Amore & Vita, Team Stipa Milano, Race Mountain Folcarelli Team. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma