Caso PalaSojourner, Calisse: «Non prendo lezioni dal Pd, mi scuso con tifosi e sportivi»

Mariano Calisse al PalaSojourner (foto Archivio)
3 Minuti di Lettura
Domenica 24 Ottobre 2021, 17:43 - Ultimo aggiornamento: 18:55

RIETI - Caso PalaSojourner, Calisse risponde al Pd: «Non prendo lezioni da chi per anni non ha fatto manutenzione»
Il presidente della Provincia di Rieti, Mariano Calisse, sulla questione PalaSojourner: «Mi scuso con i tifosi che speravano di poter tornare sugli spalti per seguire le loro squadre del cuore. Sono sicuro che lo potremo fare prestissimo».

Poi la risposta all'attacco del Pd: «Inutile gioire dei guai della Provincia che sono la conseguenza diretta di anni di mancata manutenzione che proprio il Pd ha lasciato. Se l'amministrazione precedente avesse trattato le strutture con coscienza e le avessero consegnato funzionanti i lavori che ora stiamo facendo non sarebbero serviti e di conseguenza avremmo avuto strutture aperte per la felicità di tutti. La gestione del Pd di 30 anni in provincia ci ha lasciato una situazione drammatica: una piscina non funzionante a causa della mancata manutenzione per anni e anni, un PalaSojourner non in grado di soddisfare le regole minime di sicurezza e un debito di 400mila euro a causa di una società da loro intercettata sarebbe stato tutto più semplice. Rinnovo le mie scuse a tifosi e sportivi ma non prendo lezioni da chi dei nostri impianti se ne è lavato le mani per anni».

La risposta del Pd

«Tanta, troppa arroganza leggiamo dal presidente Calisse che, intento a giustificare le sue mancanze attacca gli ultimi trent'anni di gestione dell'impiantistica sportiva provinciale  patrimonio della città di Rieti». Inizia così la nota di replica del Partito Democratico della città di Rieti e del Gruppo consiliare del Pd.

«Vorremmo ricordare a Calisse che nei trent'anni di cui egli parla , il centrosinistra il Palasojourner lo ha completamente  ristrutturato per la serie A , la piscina l'ha costruita e il pattinodromo rimesso in piedi dopo un abbandono di anni.  Capiamo l'imbarazzo di doversi giustificare prima dando la colpa al funzionario incallito di cui si dovrebbe avere più rispetto  e poi al PD ma gli sportivi reatini ricordano e sanno dove si trova la concretezza e dove le chiacchiere».


«Infine , vorremmo capire come mai, visto il milione di Euro per il consolidamento e messa in sicurezza del palasojourner lasciato dalla precedente gestione di centrosinistra  non ci capacitiamo di come non sia stato ancora in grado di spenderlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA