Oltre mille spettatori allo Scopigno,
fanno festa solo i 400 da Potenza,
dura contestazione per il Rieti. Foto

Sabato 10 Novembre 2018 di Umberto Leoncini

RIETI - Grande spettacolo al Manlio Scopigno in occasione della partita tra Rieti e Potenza. Oltre mille spettatori, 1138 per la precisione (783 paganti, compresi i 420 provenienti da Potenza, e i 355 abbonati), hanno fatto da cornice alla gara valida per l’undicesima giornata del girone C di serie C, merito soprattutto degli ospiti considerando che il numero dei reatini in tribuna è stato più o meno lo stesso delle altre gare interne.
 

 

Colpo d’occhio incredibile in curva sud, piena come poche altre volte in passato, dove i circa 400 tifosi del Potenza sin da pochi minuti prima del fischio d’inizio hanno intonato canti e cori a sostegno della formazione rossoblù.
Un’atmosfera incredibile con gli ultrà lucani che per intensità e potenza dei cori, anche sospinti dal risultato, hanno coperto la cinquantina di ultrà reatini dando la sensazione, in alcuni frangenti, che fosse addirittura il Potenza a giocare in casa e non il contrario.

Una bella coreografia, aiutata anche dal clima primaverile, che, se non fosse stato per il passivo pesante ai danni dei padroni di casa, avrebbe fatto piacere a tutti gli sportivi reatini e soprattutto alla società amarantoceleste, con il presidente Matthaios ‘Manthos’ Poulinakis in tribuna Tomassoni, che ha invece si sono trovati ad assistere alla contestazione della squadra da parte degli ultrà che a fine primo tempo hanno invitato, più o meno gentilmente giocatori e tecnico reatini ad «andare a lavorare».

Ultimo aggiornamento: 17:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il manuale dei viaggiatori per evitare i borseggiatori di Roma

di Mauro Evengelisti