Rieti, un Ferragosto di riposo
aspettando Aquilanti e uno
tra Paramatti e Kalombo.
Numeri maglia: la 4 a Giunta?

Giovedì 15 Agosto 2019 di Marco Ferroni
Ciccio Giunta in maglia Rieti
RIETI - Aspettando la firma di Aquilanti, oltre a dirimere gli ultimi dubbi sul ballottaggio Kalombo-Paramatti per l'out di destra (favorito il primo, che piace a Mariani), il Rieti si gode una giornata di assoluto riposo.
Alla Ternana ci si penserà da domani mattina, magari con qualche elemento in più su cui poter contare per avere più presa sulla tifoseria, ma soprattutto per essere maggiormente competitivi al cospetto di un avversario che punta ad una stagione da vertice.

ECCO I NUMERI
Ieri intanto, la società ha ufficializzato la numerazione personalizzata delle maglie, che andava comunicata in Lega entro e non oltre la giornata odierna. La tanto ambita 10 è tornata sulle spalle di Fabrizio Tirelli, così come la 32 è finita nell'armadietto di Marcheggiani. Idem per la 13 di Tiraferri che al pari dei suoi due compagni di squadra ha fatto l stessa scelta di due stagioni fa, quando con Parlato in panchina ottennero la promozione in serie C. A Marchi è andata la 7, a Zanchi la 3, mentre capitan Gigli ha confermato la 5. Per Palma ancora la 6, a Guiebre la 11 e a Gondo invece una 8 quantomeno "sospetta": potrebbe rappresentare il numero di gol realizzati lo scorso anno, una sorta di "esorcismo" sul quale lavorare per arrivare in doppia cifra, ma l'aver lasciato libero il 9 - solitamente ambito tra gli attaccanti - lascia aperta la discussione o, magari, è rimasta lì in attesa di un bomber di razza. Per il resto, tra i portieri a Pegorin la 22, Lazzari la 12 e Addario la 1.

E I BABY REATNI?
Quello che spicca agli occhi, scorrendo la lista della numerazione, è l'assenza di nomi "reatini": nonostante lavorino con la prima squadra ormai dal primo giorno di preparazione atletica, infatti, non è stato concesso alcun numero personalizzato ai vari Fabiani, Priolo, Parente e Principi. E' assai probabile che per loro la maglia verrà preparata all'occorrenza, ma forse tra di loro qualcuno se la sarebbe aspettata.

IDEA GIUNTA
Resta ancora libera la 4 e la presenza ieri in città di Ciccio Giunta, che due anni fa aveva proprio quel numero, potrebbe in qualche modo essere un segnale: il trequartista siciliano, classe '99, ha ancora due anni di contratto con la Sicula Leonzio, ma dopo una stagione vissuta all'ombra dei titolari, Giunta vorrebbe trovare più spazio o per lo meno giocarsi le sue chance. E sotto questo aspetto, Rieti potrebbe rappresentare la piazza ideale per dimostrare tutte le sue doti.

PREVENDITA DI COPPA
Intanto ieri è iniziata la prevendita per Rieti-Ternana di Coppa Italia in programma domenica allo Scopigno (ore 20,30). Il prezzo dei biglietti è di 10 euro, sia per la tifoseria reatina, che per quella rossoverde, alla quale la commissione che di volta in volta dà l'ok agli eventi sportivi, ha riservato 700 biglietti di Tribuna Est. Un quantitativo che, per il replay di campionato di sabato prossimo (ore 20,45) potrebbe arrivare fino a mille, ma sotto questo aspetto è ancora tutto da stabilire.

TERAMO-SICULA ALLO SCOPIGNO
Infine, per quanto concerne la possibilità che Teramo-Sicula Leonzio, del 1° settembre prossimo, possa giocarsi allo Scopigno come aveva anticipato Il Messaggero, dopo l'incontro avvenuto ieri mattina allo stadio tra il diggì del Rieti Pierluigi Di Santo ed il presidente della società abruzzese Franco Iachini, quella che sembrava solo un'ipotesi a breve diventerà un fatto concreto, vista l'inagibilità momentanea del "Bonolis". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in fila per la macchina mangia-plastica (che però è rotta)

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma