Il Rsr ritrova il sorriso. Foto. Dell'Agnello: «Soddisfatto, nessuno si è risparmiato. Ora testa a Jesi»

I giocatori del Rsr festeggiano con i tifosi a fine gara (foto MELOCCARO)
di Paolo Annibaldi
3 Minuti di Lettura
Sabato 26 Novembre 2022, 23:31

RIETI - Un coach Sandro Dell’Agnello che ritrova subito il sorriso dopo la battuta d’arresto della scorsa settimana contro Fabriano,  si presenta in sala stampa dopo la convincente vittoria su Matelica con l’aria soddisfatta di colui che archiviato l’incidente di percorso è pronto ora a tuffarsi in un vero e proprio tour de force con tutte squadre di alta classifica nei prossimi tre turni (in ordine Jesi, Faenza in trasferta e poi Firenze al PalaSojourner).

 

L’analisi della gara

Coach Dell’Agnello parla così della gara: «Era la partita che volevamo giocare. Abbiamo creato loro molti problemi e concesso pochi tiri puliti, era ciò che volevamo fare a prescindere dall’avversario. Dopo il vantaggio iniziale abbiamo sempre tenuto le mani salde sul manubrio della partita. Ci siamo pavoneggiati in un certo punto in attacco e da lì sono nate le 17 palle perse, troppe per questa squadra. Oggi a livello di energia nessuno si è risparmiato, sono molto contento. La nostra è una squadra senza egoismi, al massimo possiamo avere qualche distrazione, oggi ne abbiamo avute poche. Adesso cerchiamo di fare una buona settimana di allenamento per andare a Jesi per vincere la partita. Abbiamo il tempo per preparare anche gli altri impegni, per ora però testa solo a Jesi. Affronteremo una partita alla volta».

Parla anche coach Antonio Trullo, l’allenatore della Vigor Matelica: «Un passo indietro rispetto alla gara casalinga contro Faenza. Oggi il primo quarto ha deciso la gara. Sapevamo che Rieti veniva dopo una dolorosa sconfitta ed era in cerca di riscatto ma abbiamo concesso troppe soluzioni semplici. Noi dobbiamo salvarci, è chiaro che a Rieti è difficile vincere per tutti ma mi aspettavo una prestazione è un atteggiamento migliore dopo la gara contro Faenza. Siamo riusiciti con gli elementi della panchina ad arrivare anche a meno 12, farò le mie valutazioni per le prossime gare».

Adesso per il Real Sebastiani una settimana per preparare il doppio impegno in trasferta di Jesi (4 dicembre) e Faenza (7 dicembre).

© RIPRODUZIONE RISERVATA