Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il Real Sebastiani supera anche l'ostacolo Jesi: 80-67 e terzo posto assicurato. Foto

Marco Contento in azione contro Jesi (foto Meloccaro)
4 Minuti di Lettura
Domenica 1 Maggio 2022, 20:04

RIETI - C’è voluto, forse, più del previsto, ma alla fine la RSR batte anche l’Aurora Jesi col punteggio di 80-67 inanellando la dodicesima vittoria consecutiva, in un PalaSojourner che ora tornerà ad infiammarsi per i playoff in programma tra due settimane.

 

Come detto, non è stato per nulla facile avere la meglio di una Jesi che dopo aver prevalso all’andata ed essersi portata addirittura sul +14 è crollata sotto i colpi di Ghersetti e soci, bravi a non mollare la presa e concedere solo 6 punti nell’ultimo quarto. In classifica blindato aritmeticamente il terzo posto, ora resta da giocare l’ultima gara della regular season, domenica 8 maggio ad Ancona.

LA CRONACA

Partenza lanciata della RSR che infligge subito un parziale di 7-0 a Jesi, interrotto solo dalla tripla di Gay agevolato dall’errore sotto canestro di Ndoja che agevola il recupero del pallone di Magrini (7-3). Rieti in fiducia, Jesi tenta in ogni modo di restare in partita e a 3’00” dalla fine del primo quarto è 12-7 con Marco Contento autore di due triple. Finelli cambia del tutto quintetto: dentro gli under e il duo Ghersett-Piazza, col quale oltre a far rifiatare i titolarissimi, trova modo e tempo per contenere Jesi e chiudere sul 14-9.

Ci pensa Dieng, con un tripla, ad aprire il secondo quarto, ma la risposta di Ferraro è immediata ed è 17-12. Dopo quasi due mesi di assenza, Finelli getta nella mischia Roman Tchintcharauli, ma i protagonisti sono ancora i tiratori dall’arco: Piccin per la RSR, Rizzitiello e Magrini per Jesi e a 7’49” dal riposo lungo i marchigiani si riportano a contatto (20-18). Sbaglia due volte Ndoja dall’arco, mentre Rocchi e Rizzitiello fanno male ed è sorpasso: 20-24. Finelli ordina timeout e al rientro in campo Ghersetti rintuzza lo svantaggio (22-24). Ma Rizzitiello è una “macchina da triple” e dopo l’errore di Loschi, va ancora a bersaglio grosso (22-27) parzialmente ridimensionato dal sottomano di Ndoja (24-29). Contento prima indovina un canestro esaltante, poi ne sbaglia uno praticamente fatto e su capovolgimento di fronte, Rocchi e Rizzitiello firmano il +7 Jesi (26-33). Non basta il solo Contento ad arginare l’alta percentuale di realizzazione da tre degli ospiti (8/17) perché Rizzitiello è un martello che consente ai marchigiani di andare al riposo lungo sul +8 (30-38).

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre con un fallo di Stanic sulla conclusione dall’arco di Gay che valgono tre liberi, tutti e tre realizzati dal play marchigiano (30-41) al quale fa seguito la tripla di Magrini per un incredibile 30-44. Si sveglia la RSR che prima con Stanic, poi con Ndoja riesce a penetrare nella difesa di Jesi e riportare il gap a -10 (34-44). Ecco poi la raffica amarantoceleste: Loschi-Contento-Stanic, tre bombe che fanno -3 (43-46) e ridanno un senso al match. Jesi, però, non arretra e, nonostante una difesa forte della RSR riesce a riportarsi sul +8 (45-53). Ci serve tutta la verve di Contento per ritornare dentro la gara e a 2’14” dall’ultimo quarto è di nuovo -4 (52-56) Piccin da tre, Gay pure e le distanze restano tali. Si va all’ultimo chilometro sul 56-59.

È di Piazza il primo canestro dell’ultimo quarto e, soprattutto, del pareggio (59-59), che il 2/2 di Dieng trasformano in +2 dopo più di tre quarti di gara (61-59). Gay spara ancora dall’arco e Jesi torna a +1, ma Piazza lo imita e la RSR si riporta avanti (64-62). Contento tenta la tripla, ma Rizzitiello commette il quinto fallo: dalla lunetta la guardia triestina fa solo 1/3, ma la RSR resta avanti di un possesso (65-62). La gara si infiamma, Gay commette fallo prima di Ndoja, poi su Loschi e la RSR dalla lunetta incrementa il vantaggio sul +5 (68-62). L’attacco di Jesi si blocca, Stanic invece primeggia e con due canestri di fila riporta i vantaggio della RSR in doppia cifra (72-62). Quinto fallo per Gay (miglior realizzatore di Jesi con 21pt), ma Stanic dalla lunetta fa 0/2. Poco importa, la RSR è ormai in controllo, Loschi rimedia e a 1’47” dalla sirena è 76-65. Ghersetti la chiude definitivamente realizzando un 1/2 dalla lunetta e una triplona che a 47″ dalla fine mette una pietra tombale su un match complicato, ma risolto alla grandissima (80-67).

Il tabellino del match:

RSR-JESI 80-67 (parziali: 14-9; 16-29; 26-21; 24-6)

REAL SEBASTIANI RIETI: Stanic 9, Contento 18, Loschi 9, Ndoja 12, Maganza 4, Piazza 6, Ghersetti 11, Dieng 5, Piccin 6, Okiljevic, Tchintcharauli. All.: Finelli.

AURORA JESI: Ferrario 11, Gay 21, Memed, Gloria 4, Valentini, Rocchi 12, Rizzitiello 14, Cocco, Magrini 5, Amadio n.e., Vita n.e., Ginesi n.e. All.: Francioni.

ARBITRI: Guerra di Vigevano e Spinelli di Cantù.

NOTE: Rizzitiello (J) e Gay (J) usciti per cinque falli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA