Rieti, carabinieri arrestano per spaccio
titolare di un ristorante, cliente
denunciato, sequestrati droga
e contanti

Venerdì 16 Agosto 2019
RIETI - Con l’arrivo del Ferragosto e il conseguente aumento del traffico veicolare sulle principali arterie stradali, il comando provinciale dei carabinieri di Rieti ha disposto l’esecuzione di mirati servizi di controllo del territorio lungo gli itinerari per le località montane e religiose della provincia (monte Terminillo, luoghi di culto francescani o l’abbazia di Farfa e i laghi) o verso i paesi colpiti dal terremoto del 2016, quali Amatrice e Accumoli. sono state interessate da tali servizi le compagnie carabinieri di Rieti, di Cittaducale e di Poggio Mirteto le quali hanno disposto pattuglie aggiuntive a quelli normalmente previste, intensificando i controlli alla circolazione stradale, principalmente nella fascia oraria pomeridiana e serale, non tralasciando comunque di presidiare le altre zone della provincia al fine di evitare che le stesse potessero essere colpite da reati di natura predatoria come i furti e le rapine in abitazione.

In totale, nelle giornate del 14 e del 15 agosto 2019 sono state effettuate più di 100 pattuglie, le quali hanno controllato complessivamente 286 persone, a bordo di 162 veicoli, ritirando 2 patenti di guida ai sensi dell’art. 186 del codice della strada, poiché i rispettivi titolari sono stati sorpresi alla guida delle proprie autovetture con un tasso alcolemico superiore a quello consentito per legge. sono state effettuate altresi’ numerose perquisizioni personali, veicolari e locali.

In particolare, nel corso di un accesso effettuato presso un esercizio di ristorazione della provincia reatina, i carabinieri della compagnia di rieti hanno rinvenuto ben 41 dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina e una di hashish pronte per lo spaccio, nonché 1.500 euro circa in banconote di piccolo taglio frutto dell’illecita attività, sostanza da taglio varia, bilancini di precisione e materiale utile al confezionamento. al termine della perquisizione il titolare del locale, un incensurato del posto, è stato tratto in arresto perché ritenuto colpevole della violazione dell’art. 73 del dpr 309/90, mentre un avventore è stato denunciato in stato di libertà per lo stesso reato.

Al termine delle formalità di rito, il soggetto è stato condotto nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari, mentre lo stupefacente, il contante e il materiale per il confezionamento è stato posto sotto sequestro e sarà depositato presso l’ufficio corpi di reato del tribunale di Rieti.

Infine in questi ultimi due giorni non sono stati registrati furti o rapine in abitazione, a differenza di quanto accaduto nelle scorse settimane. L’attività di controllo proseguirà per tutti i fine settimana del mese di agosto e di settembre fino al termine della stagione turistica.


  Ultimo aggiornamento: 17 Agosto, 12:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma