Rieti, il pass di Amatrice
verrà adeguato

Filippo Palombini
di Fabio Calcioli
2 Minuti di Lettura
Martedì 15 Gennaio 2019, 18:46

RIETI - Il sindaco di Amatrice Filippo Palombini fornisce alcuni aggiornamenti sulla situazione del Pass di Amatrice: "Ieri come sapete si è svolto il tavolo tecnico sul Pass con l'Assessore alla sanità del Lazio D’Amato, l'Assessore regionale con delega al sisma Di Berardino e i vertici della Asl di Rieti, tavolo tecnico che avevo chiesto da tempo. All'incontro hanno partecipato anche l'Onorevole Crimi e il Commissario Farabollini. Il comune ha presentato un documento analitico con il quale ha chiesto l'adeguamento dei servizi e prestazioni erogati dal Pass, unico presidio sanitario presente sul territorio almeno fino alla costruzione del nuovo ospedale., Tutti i punti evidenziati dall’Amministrazione comunale sono stati oggetto di disamina e si è convenuto che il Pass si può e si deve potenziare. In particolare si è confermato:  che il Pass sarà dotato di apparecchiatura Poct per analisi di laboratorio (con personale adeguato), attrezzatura già ordinata;
che sarà chiesta autorizzazione per l'uso della diagnostica per immagini non solo per l’emergenza ma anche per le analisi ambulatoriali (c’è un problema normativo di ‘telemedicina’ che non permette, se non in emergenza, di inviare telematicamente immagini di laboratorio. Su questo Crimi si è impegnato ad interessare il competente Ministero affinché, con una circolare applicativa, possa considerare il nostro territorio in ‘emergenza strutturale’ e quindi permettere tale procedura);  di dotare il Pass di un modulo aggiuntivo attrezzato ad ambulatorio di terapia fisioterapica e riabilitativa. Questa è una bella notizia perché sappiamo quanto è utile per una popolazione come la nostra, soprattutto anziana, che oggi è costretta a continui spostamenti. Per questo laboratorio la ASL ci dovrà consegnare a breve una relazione sulla fattibilità tecnico economica, ed utilizzeremo i fondi donati dal gruppo Ferretti al comune di Amatrice e, se necessario, chiederemo la differenza alla Protezione Civile, come fatto per Amandola e Cascia (anche su questo Crimi si è impegnato);  sta tornando ad Amatrice un medico dell’organico preesistente del Grifoni.
Per il resto, la Asl sta valutando, e si riserva di risponderci a breve, quali risorse mediche e infermieristiche sono disponibili per implementare gli ambulatori specialistici e per l'adeguamento del Pass per consentire almeno 1 posto OBI atto a garantire la prima stabilizzazione del paziente in emergenza-urgenza. Infine, la dottoressa D’Innocenzo, direttore generale della Asl di Rieti, si è impegnata parlare con i referenti del 118 per le note problematiche relative all’adeguamento delle ambulanze in dotazione. Bene. Riceveremo la risposta scritta, come chiesto, a quanto da noi consegnato. Vigileremo che alle parole seguano i fatti, e che siano compiuti in tempi brevi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA