Rieti, addio a Laga: cane eroe
dopo il sisma ad Amatrice

Martedì 14 Gennaio 2020
Laga
RIETI - Ce l’aveva messa tutta Laga, un pastore tedesco, per mettere in salvo quante più persone dopo il sisma di Amatrice del 24 agosto 2016. Aveva scavato tra le macerie, trovando persone prive di vita e superstiti, insieme al suo proprietario, Carlo Grossi, infermiere del 118 e conduttore dell’unità cinofila nell’associazione nazionale Carabinieri. Fu Laga a individuare i corpi senza vita dei figli di Carlo, Franco di 23 e Anna di 21, tra le macerie. Ieri, Laga è morta. L’annuncio lo ha dato lo stesso Carlo sul suo profilo facebook: «Ciao Laga. Un addio. È tramontato il sogno. Chiudo l’orizzonte. Ti bacio. E vado via».
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani